AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
IL COMUNE

Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 08/10/2019
Titolo BRONTE: ILLUMINAZIONE “GREEN” NEI QUARTIERI BUI
Testo
BRONTE – (8 ottobre 2019) – Il Comune di Bronte continua ad investire per una illuminazione pubblica sempre più “green”.
Dopo essere arrivato primo nella graduatoria regionale per i progetti presentati sull’efficientemente energetico, vedendo approvati lavori per ben 5 milioni e 422 mila euro, il Comune, grazie al “Decreto crescita”, ha ottenuto altri 90 mila euro di finanziamenti dal Ministero per lo Sviluppo economico da utilizzare ancora nel campo del risparmi dell’energia.
“Ormai è risaputo, – spiega il sindaco Graziano Calanna – il Comune partecipa a tutti i bandi che vengono pubblicati e rivolge particolare attenzione a tutti i finanziamenti che possono arrivare per garantire sviluppo. Se poi questo sviluppo è ecosostenibile, ancora meglio. In particolare – continua - questo finanziamento, garantito dal Decreto crescita, ci invita ad investire sull’efficentamento energetico, aspetto che noi già curiamo con particolare attenzione. Per questo nel rispetto dei tempi dettati dalla norma, abbiamo affidato all’Ufficio tecnico del Comune il compito di redigere un opportuno progetto per illuminare quelle zone del territorio oggi non servite dall’illuminazione pubblica con opportuni impianti ad “isola”, cioè non collegati alla rete eclettica e capaci di illuminare il territorio grazie a pannelli fotovoltaici ed opportune batterie”.
Ed i punti luce che l’Ufficio tecnico ha individuato sono 32, distribuiti nelle zone e nelle vie non raggiunte dalla rete elettrica. In particolare nuovi impianti di illuminazione pubblica saranno istallati nelle contrade Sciarotta bassa (zona depuratore) e Piano Daino e nelle vie Piersanti Mattarella, Ungaretti, Principe Nicola, Piracmon, Sforza, San Biagio, Giacinto e Scibilia.
“A noi – continua il sindaco - piace l’idea di illuminare senza consumare energia elettrica, perché questo da una mano all’ambiente. Gli impianti elettrici ad “isola” sono ideali perché consumano energia da fonti rinnovabili. L’unico neo sono le batterie che vanno ad esaurimento, ma noi nel progetto abbiamo inserito l’utilizzo di particolare batterie garantite 10 anni. Alla fine – conclude - il Comune risparmierà e garantirà un servizio migliore”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 07/10/2019
Titolo STABILIZZATI I 73 CONTRATTISTI
Testo
BRONTE – (7 ottobre 2019) – Qualcuno alla festa ha portato i figli, qualcuno addirittura i nipoti a dimostrazione di quanto tardi sia arrivato, per questi lavoratori, il momento della firma del contratto a tempo indeterminato. Dopo un’attesa durata quasi 30 anni, infatti, si conclude a Bronte, finalmente e  definitivamente, la condizione di precariato per i 73 contrattisti del Comune.
Il sindaco Graziano Calanna, infatti, ha concluso l’iter burocratico, permettendo ai lavoratori di essere stabilizzati.
E così nel Palazzo comunale di Viale Catania, che ospita i Servizi Sociali e Demografici, i lavoratori hanno firmato il contratto che pone fine a dubbi, incertezze ed i rischi di perdere il lavoro ogni fine anno.
“Si conclude definitivamente in questo Comune la stagione del precariato. – ha affermato il sindaco Graziano Calanna rivolgendosi ai lavoratori – Sono felice perché so che questo momento darà serenità a voi ed alle vostre famiglie. Ricordo come qualche anno fa sono stato costretto a ritardare l’approvazione del bilancio perché la Regione siciliana non erogava al Comune i fondi per pagare i vostri stipendi. Una norma regionale, infatti, prevedeva che questi fondi andassero ai Comuni in dissesto.
Allora la battaglia fu dura, ma, come ricorderete, siamo riusciti a vincerla. Ho sempre ritenuto, infatti, che bisogna avere rispetto del lavoro, perché dietro ogni lavoratore c’è sempre una famiglia.
Sono orgoglioso – ha continuato - di aver, dopo 30 anni, posto fine al precariato in questo Comune. La serenità che avete ottenuto sono certo consentirà a tutti noi di offrire ai cittadini un servizio migliore. La Città tutta, - conclude - ne trarrà dei benefici”.
Ed alla firma del contratto hanno partecipato numerose autorità. Oltre al sindaco, presente la Giunta municipale, il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati, con diversi consiglieri. Presente anche il sindaco di Floresta, Sebastiano Marzullo.
Tanta gioia fra i lavoratori: “Esprimiamo – ha affermato  Gaetano Barbagiovanni che al Comune di Bronte dal 1995 rappresenta gli ormai ex contrattisti -  grande soddisfazione per una stabilizzazione che rende giustizia ad un lavoro svolto all’interno del Comune, che per troppo tempo è rimasto precario. Diamo atto all’Amministrazione Calanna di aver preso a cuore la nostra situazione fin dal primo momento in cui si è insediato, rendendosi perfettamente conto del disagio nostro e delle nostre famiglie. L’augurio è che mai più ci possano essere lavoratori relegati all’interno di un libo professionale come quello che abbiamo subito noi per quasi 30 anni”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 06/10/2019
Titolo CONCLUSO IL 30’ EXPO DEL PISTACCHIO
Testo
BRONTE – (6 ottobre 2019) – Al rullo dei tamburi degli sbandieratori, il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, insieme con tantissimi ospiti ed autorità,  ha tagliato la grande torta al pistacchio verde di Bronte dop, realizzata dagli abilissimi pasticceri dell’associazione regionale Conpait e della Pasticceria Luca.
Poi la torta è stata distribuita ai turisti, dopo che il sindaco e l’assessore Giuseppe Di Mulo, che con il sindaco ha organizzato l’evento, ha consegnato le targhe di ringraziamento agli sponsor ed a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.
Fra i premiati anche l’ing. Salvatore Caudullo, capo dell’ufficio tecnico del Comune, ma soprattutto Patrizia Orefice, Franco Longhitano e Nino Minio, ovvero l’anima di un evento che ha mostrato grande gradimento fra il pubblico.
Come sempre negli stand è stato venduto di tutto. A ruba gelati, croccantini, crepes e torroncini al pistacchio.    
Ed alla cerimonia finale il sindaco ha avuto l’onore di ricevere numerosi ospiti. Presente l’onorevole Anthony Barbagallo, il sindaco di Maletto, Pippo De Luca, e diversi rappresentanti dei Comuni del territorio fino a Giarre.
Al sindaco ed all’assessore Di Mulo grandi complimenti per un evento che oggi, superando ogni previsione ha registrato grande presenza di pubblico, al punto da creare lunghe code agli ingressi della Cittadina etnea, sia da sud, sia da nord. Per questo il sindaco all’enorme platea di visitatori che affollava la grande piazza Castiglione in attesa della torta ha subito detto: “Mi dispiace che siate stati costretti a subire qualche disagio a causa del rallentamento nella circolazione, ma questo è un evento straordinario. Grazie a tutti ed al mio assessore Giuseppe Di Mulo, che insieme a tutto lo staff che organizza l’Expo hanno lavorato pure la notte pur di organizzare tuto come noi abbiamo chiesto”.
Sul palco anche la Giunta municipale, il presidente del Consiglio comunale Nino Galati, numerosi consiglieri comunali e le Forze dell’Ordine, anch’esse premiate per il lavoro svolto. Quest’anno, infatti, l’organizzazione dell’Expo ha badato in maniera particolare alla sicurezza dei visitatori. 
“Ringrazio tutti gli sponsor, – ha affermato l’assessore Giuseppe Di Mulo – le Forze dell’Ordine e tutti coloro che hanno contribuito. E’ stata una bella vetrina non solo del nostro pistacchio, ma di tutta la Città in grado di mostrare musica e soprattutto tante arte e tanta cultura”.
“Una festa – ha concluso l’on. Anthony Barbagallo – all’altezza della bontà del pistacchio di Bronte che questa Amministrazione guidata dal sindaco, Graziano Calanna, organizza al meglio. Questo Expo è stata eccellente e la qualità delle iniziative cresce ogni anno sempre di più, portando l’immagine di Bronte e della qualità dei suoi prodotti ben oltre i confini regionali”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 03/10/2019
Titolo INIZIA IL WEEK END CONCLUSIVO DELL’EXPO DEL PISTACCHIO
Testo
BRONTE – (3 ottobre 2019) – Il 30’ Expo/Sagra del pistacchio riaccende i motori.
Dopo il grande bagno di folla dello scorso fine settimana, domattina gli stand riaccendono le luci, per quello che forse è il giorno più vivace dell’intera manifestazione.
Il frizzante gioire di migliaia di scolari e studenti, provenienti dall’intera provincia di Catania ed oltre, infatti, renderà omaggio all’Oro verde dop, grazie alla manifestazione “La scuola all’Expo”.
“Un evento – spiega l’assessore alle politiche scolastiche Chetti Liuzzo - che coinvolgerà il mondo della scuola e provocherà una invasione di gioventù che mira a far apprezzare ai più giovani festa e prodotti al pistacchio”.
“Dopo il successo dello scorso fine settimana ci avviamo al week end conclusivo. – ha affermato il sindaco Graziano Calanna – E non si potrebbe ricominciare meglio. Siamo pronti ad ospitare i più piccoli per far loro assaggiare la bontà del nostro gelato al pistacchio”.
Infatti a tutti i bambini sarà offerto del gelato.
“Questa – continua Calanna – è l’edizione numero 30’ dell’Expo, una edizione che è particolarmente apprezzata grazie anche al contributo degli sponsor. Per questo voglio citarli tutti, ringraziando coloro che hanno contribuito, ovvero: le banche Agricola di Ragusa ed Igea, l’Amaro Averna, la Fruit Service di Mario e Nicola Marullo, l’associazione di pasticceri Conpait, la Caffeteria Luca, la Red Lemon con Brontesella, la Ed. Ca.Ma., il Bar La Fragola, la Marullo Pistacchio Spa, la Dolci Delizie di Francesco e Michela Virgillito, la  Longhitano Trasporti Srl, la Naxos Scuderie, la Cooperativa Smeraldo, il Centro Gomme di Salvatore Mirenda, la Saitta Preziosi, il Cafè Chamapagne – Bar e Tabacchi, Tipici & Food di Antonino Gulino, la Gioielleria Longhitano, la Fucina Di Vulcano, l’Amaranca, l’Allianz di Antonio Di Marzo, Gusto Etna di Gianluca Triscari, il Feudo Marullo, la Simeto Costruzioni, Evergreen di Pietro Bonaccorso, i Prefabricati Martelli, l’Azienda Agricola Musa, Pisti’, Sicilcatering e Bronte Dolci”.
Sponsor che dimostrano la grande partecipazione della città all’evento.
E domani ricomincia anche lo spettacolo: “Come sempre – ha aggiunto l’assessore Giuseppe Di Mulo - per tutta la giornata non mancheranno musica ed arte. Tutti attendiamo però il grande concerto degli Shakalab alle 21.30 in piazza Castiglione”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 03/10/2019
Titolo IL DIRETTORE GENERALE DELL'ASP IN VISITA UFFICIALE ALL'OSPEDALE DI BRONTE
Testo
BRONTE – (3 ottobre 2019) – Il direttore generale dell’Asp 3 di Catania, Maurizio Lanza domattina effettuerà una visita ufficiale all’ospedale Castiglione Prestianni di Bronte e tutti si augurano che porti notizie sulla ripresa dei lavori.
La visita ufficialmente è stata programmata per informare l’Amministrazione comunale, guidata da sindaco Graziano Calanna, sull’iter inerente tutta una serie di richieste che il Comune ha formulato all’Asp.
E le richieste erano tante.
“Al direttore Lanza – spiega il sindaco - avevamo chiesto di risolvere alcuni problemi che si trascinano da anni e che non sono mai stati risolti. In particolare avevamo chiesto, una nuova Tac, una nuova ambulanza con la rianimazione, nuovi arredi e nuovo personale per l’ospedale. Il direttore, - continua Calanna - mantenendo gli impegni, qualche giorno dopo ha emanato una direttiva agli uffici dell’Asp, chiedendo non solo di risolvere questi problemi, ma i tempi necessari per definire gli iter. Oggi sappiamo che il direttore Lanza ci comunicherà quanto eseguito”. 
In verità a Bronte però, oltre alla Tac ed all’ambulanza, si aspettano che il direttore annunci la ripresa dei lavori.
“Sarebbe l’apoteosi. – aggiunge il sindaco Calanna – Sarebbe il coronamento di un lavoro che ci vede costantemente in relazione con l’Asp. Questi lavori sono iniziati nel 2007 e non sono mai stati completati, penalizzando non poco l’intera struttura ospedaliera. La riapertura del cantiere – conclude il sindaco – insieme alla già annunciata istituzione del direttore di presidio a Bronte indicherebbe di sicuro la rinascita per questo ospedale, che ricordo è l’unico in un vasto versante montuoso”.
E che possano riprendere i lavori ci spera con grande ottimismo anche l’assessore alle Politiche sanitarie del Comune Ernesto Di Francesco, utilissima interfaccia fra il Comune e l’Asp.
“Ci speriamo tutti. – infatti afferma – Amministratori, cittadini ed operatori sanitari. Conosciamo già il fattivo impegno del direttore dell’Asp, Maurizio Lanza, per dotare Bronte di una nuova tac ed una nuova ambulanza, che sappiamo che presto arriveranno, attendiamo di apprendere la notizia che presto il cantiere tornerà vivo per completare quei lavori fermi che da ben 12 anni ci penalizzano”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 29/09/2019
Titolo EXPO DEL PISTACCHIO: PRIMA DOMENICA, PRIMO GRANDE SUCCESSO
Testo
BRONTE – (29 settembre 2019) – Prima domenica di grande affluenza ieri all’Expo del pistacchio di Bronte. Via Umberto praticamente affollata in ogni stand e tanti visitatori anche in piazza Spedalieri e nel parco urbano, con l’area food praticamente presa d’assalto.
Il pistacchio verde di Bronte dop, in pratica, ha nuovamente vinto la sua prima sfida. Complice la bella giornata, infatti, sono stati tantissimi che hanno deciso di fare una passeggiata fuori porta a Bronte per assaggiare il pistacchio. E la città li ha ripagati con il gusto dell’Oro verde, tanta musica e folclore. Apprezzata la sfilata dei carretti siciliani, con un carretto colorato verde quasi in onore del pistacchio, e divertenti gli spettacoli organizzato un po’ in tutti i luoghi della sagra.
Applausi a scena aperta per i Kunsertu, grande attrazione della serata di ieri, con piazza Cimbali piena di fans in ogni angolo.
In giro per la via Umberto abbiamo incontro visitatori venuti da ogni parte della Sicilia ed anche dalla Calabria. “Abbiamo sempre sentito parlare del pistacchio di Bronte. – ci ha detto un gruppo di turisti calabresi – E arrivato il momento di assaggiarlo direttamente qui”.
Ma abbiamo incontrato turisti anche da Palermo, Trapani, Messina, Ragusa e pure da Malta.   
“Sono convinto che chi è venuto a trovarci ieri si è divertito. – ha affermato il sindaco Graziano Calanna – La Città ha messo in mostra le sue bellezze e soprattutto il gusto della sua cucina e della sua pasticceria al pistacchio. Ho visto assaggiare di tutto: torte, paste, crepes e gelati al pistacchio. Ho visto formarsi code in attesa dell’arrivo degli arancini caldi. Ho visto i nostri bar pieni di turisti soddisfatti per la bontà di quanto assaggiavano. Il pistacchio di Bronte è il più buono al mondo. – continua – Ormai è risaputo. E questo Expo sempre più bello ed affollato nella certamente la vetrina migliore”.
“Soddisfatto l’assessore Giuseppe Di Mulo che insieme con Patrizia Orefice e Nino Minio del Comune hanno curato la festa: “La gente ha apprezzato il programma. – ha affermato – Grande folla per tutti gli spettacoli ed in tutte le piazze”.           
Adesso piccola pausa, prima del gran finale dal 4 al 6 ottobre. Gli stand riapriranno venerdì mattina con la manifestazione “La Scuola all’Expo”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 27/09/2019
Titolo L’OSPEDALE DI BRONTE TORNA AUTONOMO
Testo
BRONTE – (27 settembre 2019) – Fine degli ospedali riuniti di Bronte, Biancavilla e Paternò. Il nuovo “Atto aziendale” dell’Asp 3 di Catania, approvato nel corso della Conferenza dei sindaci della Città Metropolitana di Catania, convocata a Palazzo degli elefanti dal sindaco Salvo Pogliese, restituisce autonomia all’ospedale Castiglione Prestianni di Bronte.
Il documento voluto dal direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catania, Maurizio Lanza, prevede, infatti, l’istituzione in maniera definitiva a Bronte del Direttore sanitario di presidio.
Decisione accolta favorevolmente dagli amministratori locali, che considerano il provvedimento un punto di partenza per cercare di colmare le diverse lacune che un ospedale di zona disagiata prevede nel rendere un efficace servizio al territorio.
“L’istituzione in maniera definitiva del Direttore sanitario di presidio, – afferma l’assessore Ernesto Di Francesco – come la nomina di quasi tutte le posizioni organizzative sono certamente punti di partenza che però vanno visti positivamente. Un direttore di presidio sempre presente a Bronte vuol dire costante attenzione verso i problemi dell’ospedale e stretto legame con l’Asp 3. Sappiamo, infatti, che sono tante le battaglie che bisogna affrontare e vincere per dare al territorio idonei servizi ospedalieri”. 
E l’istituzione definitiva del posto di direttore di presidio soddisfa anche il sindaco Graziano Calanna: “Io ringrazio il direttore Maurizio Lanza per l’attenzione che continua rivolgere al nostro ospedale nonostante le molteplici difficoltà. Con il dott. Lanza abbiamo tempo fa già programmato un pacchetto di interventi che dovrebbero migliorare l’offerta ospedaliera nel territorio.
L’istituzione definitiva del direttore di presidio era una di queste. Sono certo – conclude - che a breve il direttore ci darà altre buone notizie”.
Intanto ecco la fotografia dell’Ospedale di Bronte secondo il nuovo piano aziendale. Il Castiglione Prestianni avrà 12 posti di Medicina generale, unica unità operativa complessa. Poi avrà 5 unità operative semplici, ovvero: Ortopedia (4 posti letto), Ostetricia e ginecologia (8 posti letto),Neonatologia ( 2 posti letto), Psichiatria (4 posti letto) e Lungodegenza (38 posti letto). Due unità operative dipartimentali: Chirurgia (8 posti letto), Pediatria (6 posti letto). Complessivamente l’ospedale avrà 82 posti letto. Inoltre l’ospedale potrà contare sulle Unità operative dipartimentali di Anestesia e Pronto soccorso e sulle Unità operative semplici di Patologia clinica e Radiologia. “Servizi – conclude Calanna - che chiediamo sempre di implementare, come chiediamo sempre che riprendere al più presto i lavori di ristrutturazione”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 27/09/2019
Titolo “FRIDAYS FOR FUTURE” A BRONTE
Testo
BRONTE – (27 settembre 2019) – “Fridays for Future” a Bronte.
Ieri mattina centinaia di studenti degli Istituti superiori di Bronte si sono riuniti in piazza Saitta per partecipare allo sciopero globale organizzato dai movimenti di Greta Thunberg, la ragazzina svedese che affronta i potenti del mondo per salvare il pianeta dall’inquinamento. 
Gli studenti sono scesi in piazza non solo per manifestare con eloquenti cartelli, ma anche per dare un concreto esempio ai grandi su come tenere pulita la propria città. I ragazzi, infatti, hanno ripulito dai rifiuti e dalle cartacce l’area giochi per bambini di piazza Saitta.
“Vogliano respirare il nostro futuro. – hanno gridato con forza e caparbietà – Siamo qui per sostenere la salvaguardia del nostro pianeta”.
Ed insieme con i ragazzi docenti e l’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore Chetti Liuzzo che ha portato i saluti del sindaco Graziano Calanna: “Uno sciopero globale per sensibilizzare i potenti su un problema così grave come l’inquinamento del pianeta ci sta tutto. – ha affermato l’assessore – Ai ragazzi però abbiamo aggiunto che il pianeta si salva anche attraverso sani e corretti comportamenti quotidiani di ognuno di noi”.       
  
L’Addetto stampa 
Data Comunicato 27/09/2019
Titolo INAUGURATO L’EXPO DEL PISTACCHIO DI BRONTE
Testo
BRONTE – (27 settembre 2019) – Al rullo dei tamburi degli sbandieratori ed insieme all’elegante corteo medievale dell’associazione Sicularagonensia è stata inaugurata la XXX  edizione dell’Expo - Sagra del Pistacchio verde dop di Bronte.
A tagliare il nastro inaugurale è stato il sindaco, Graziano Calanna, assieme alla Giunta municipale, al presidente del Consiglio comunale, Nino Galati, ed a numerosi consiglieri.
 Presenti alla festa numerosi ospiti. Fra questi le Forze dell’Ordine che operano nel territorio, i sindaci e gli assessori dei Comuni di Randazzo, Maletto, Maniace, Floresta Cesarò, San Teodoro. Fra gli ospiti anche l’ing. Rosario Napoli, dirigente dell’Ispettorato forestale di Catania.  
“Il protagonista principale di questo Expo – ha affermato il sindaco Graziano Calanna - ovviamente è sempre il nostro pistacchio verde dop. Ci sono circa 90 stand e di questi tanti offrono il nostro verde pistacchio apprezzato in tutto il mondo. Siamo pronti ad accogliere i visitatori che si preannunciano numerosi”.
L’Expo si conferma anche tecnologico grazie agli studenti dell’Istituto Benedetto Radice, Cristian Imbrogiano, Alessandro Rifici, Stefano Meli e Calogero Virzì che hanno riproposto la “App” che geolocalizza il percorso dell’Expo e guida i turisti fra gli stand.      
Domani poi è la giornata della Fanfara dei Bersaglieri che sfilerà alle 11.00 ed alle 17.00  e dei convegni. Alle 18.00 nella Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” la conferenza dal titolo “L’Agricoltura locale, europea ed internazionale. Realtà e prospettive nella terra della biosfera” organizzato dal Gruppo promotore della Terra della biosfera, ed alle 18.30 nell’aula magna dell’Istituto Benedetto Radice il “Galà Ambassador 2019” a cura del Telefono Rosa di Bronte che nominerà “ambasciatori” il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, la dottoressa Natalina Tempesta, la professoressa Maria Calanna, il dott. Simone Toscano, il geometra Francesco Portale, il luogotenente dei carabinieri Giuseppe Amendolia e la professoressa Mariella Guarnera.
Poi domani sera alle 21.30 in piazza Castiglione l’atteso concerto di Morgan.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 26/09/2019
Titolo INAUGURAZIONE EXPO DEL PISTACCHIO 2019
Testo
BRONTE – (26 settembre 2019) – Bronte si prepara al bagno di folla che per due week end invaderà il centro storico. Domani sera 27 settembre 2019 alle ore 18.00, all’inizio di viale Catania, il sindaco Graziano Calanna, taglierà il nastro inaugurale dell’ Expo del Pistacchio dop di Bronte numero 30.
E’ tradizione che non manchino le autorità.
E subito dopo il taglio del nastro e l’apertura degli stand, le sfilate della banda San Biagio, dei Musici e degli sbandieratori di Floridia. Quest’anno inoltre a rendere l’inaugurazione dell’Expo del pistacchio ancora più suggestivo ed affasciante la sfilata del Corteo storico medievale di Randazzo “Sicularagonenzia”, che in piazza Spedalieri effettuerà una esibizione.
Da quel momento in poi l’Expo del pistacchio si trasformerà in un frenetico ripetersi di inaugurazioni ed esibizioni. Alle 18.30 l’inaugurazione della mostra di scultura ceramica “Con Creta” nella pinacoteca Nunzio Sciavarrello, seguita al 6 di via Capizzi dall’inaugurazione della mostra di opere pittoriche e fotografiche “Charm of Art”.
In serata la musica e gli spettacoli. Alle 20.00 il “Live musicale” con Marco Gangi in piazza Saitta e l’esibizione a cura dell’Accademia Balletto Siciliano in piazza Spedalieri.
Alle 20.30, in piazza Cimbali, l’atteso cabaret di Antonio Pandolfo, prima che l’Istituto Benedetto Radice presenti l’evento “La notte della moda” nella terrazza del Palazzo comunale di Viale Catania.
Ed ancora non è finita.
Alle 21.30 in piazza Cimbali lo spettacolo “Bronte in musica” con i gruppi “Dark of Matinèe e Fate Fool. Contemporaneamente in piazza Cappuccini l’esibizione dei “Incostanza duo” ed alle 23.00 i “Dj Set”.
“Dopo settimane di frenetico lavoro organizzativo si comincia. – afferma l’assessore alle Attività produttive, Giuseppe Di Mulo – Registro un certo entusiasmo da parte di tutti. Un buon segno”.                      
 “Non vediamo l’ora che tutto cominci – afferma il sindaco Graziano Calanna – Bronte è pronta ad accogliere turisti e golosi che, come spiega benissimo il programma, passeggiando lungo il percorso dell’Expo, troveranno in ogni piazza un concerto o un’esibizione. Ed ogni giorno sarà così, coma la sera che ci regalerà sempre concerti d’eccezione. Si comincia domani con Morgan, ma si prosegue domenica con i Kunsertu per celebrare, assieme agli Shakalab venerdì 4 ed i “Siciliano sono” di sabato 5, la musica della nostra Isola. Tutto – conclude - per celebrare al meglio il pistacchio e la nostra Sicilia, terra di gusto e di sapori”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 24/09/2019
Titolo PRESENTATO L’EXPO DEL PISTACCHIO 2019
Testo
BRONTE – (24 settembre 2019) – Chi meglio del pistacchio di Bronte coniuga economia e natura. Ed in mezzo alla natura l’Amministrazione comunale di Bronte ha presentato la 30’ edizione dell’Expo del pistacchio.  
Fra il verde, gli alberi e la spettacolare veduta dell’Etna dell’Azienda Musa, infatti, è stato presentato ai media l’Expo del pistacchio verde di Bronte dop, che aprirà i battenti venerdì alle ore 18 all’inizio del viale Catania, per rimanere vivo  per 2 interi week end,  dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre.
Ad accogliere i giornalisti è stata la Giunta municipale di Bronte, guidata dal sindaco Graziano Calanna con a fianco dall’assessore Giuseppe Di Mulo.
Ospite d’onore l’on. Anthony Barbagallo. Presente il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati e numerosi ospiti. In occasione della 30’ edizione il sindaco Graziano Calanna, infatti, ha invitato le Forze dell’Ordine, il clero, le associazioni, il Centro anziani ed una folta rappresentanza degli studenti. “Questo è il momento – afferma Calanna - in cui la Città mette in vetrina il suo Oro verde. Una festa che è giusto tutta Bronte condivida. Il fatto – ha continuato - che si arrivi alla trentesima edizione, provocando una eco così forte non solo in Italia ci dimostra la bontà del pistacchio e l’importanza di questa manifestazione. Ed in questo Expo come sempre non mancheranno gli appuntamenti ed i momenti di cultura. Abbiamo cercato di pensare a tutti, ma quest’anno abbiamo pensato alla sicilianità. Eccezion fatta per Morgan, i concerti della sera sono tutti di artisti siciliani”.
Concetto ribadito anche dall’assessore Giuseppe Di Mulo che insieme a Nino Minio e Patrizia Orefice ha coordinato l’organizzazione dell’intero programma: “Basta leggere il programma degli eventi – ha affermato - per accorgersi come, pur il pistacchio rimanendo il protagonista principale, attorno ruotino eventi e spettacoli di sicuro rilievo e valore. Morgan è, un musicista straordinario, come straordinari interpreti della nostra cultura sono i Kunsertu, gli Shakalab ed i Siciliano sono”. E ad allietare la conferenza stampa anche alcuni brani dei “Casentuli”.
“Questa Amministrazione sta facendo bene – ha affermato l’on Barbagallo – Questo è un vero Expo, una manifestazione che rende realmente omaggio al verde pistacchio di Bronte, che è uno dei prodotti più preziosi del paniere dell’Etna”.
L’appuntamento adesso è per venerdì 27 alle ore 18.00 per il taglio del nastro dell’evento d’autunno più importante del territorio. 

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 23/09/2019
Titolo CONFERENZA STAMPA EXPO DEL PISTACCHIO 2019
Testo
BRONTE – (23 settembre 2019) – Si respira già aria di Expo del pistacchio verde di Bronte dop.
Domani mattina, alle ore 10.00 nell’agriturismo “Musa” in contrada Difesa a Bronte, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione dell’evento.  
Saranno presenti diverse autorità. Fra queste il sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, l’assessore alle Attività produttive, Giuseppe Di Mulo e l’on. Anthony Barbagallo.
Saranno anche presenti il dott. Giacomo Gagliano, responsabile dell’ “Istituto Controllo Qualità e repressione frode del Ministero dell’Agricoltura, il dott. Aldo Migliaccio, responsabile dell’Istituto Zooprofilattico della Regione siciliana – Servizio certificazioni vigilanza dei prodotti a marchio ed il prof. Biagio Fallico dell’Università di Catania.
Anche durante la conferenza stampa non mancheranno le degustazioni ed i momenti musicali. Alla fine, infatti, si esibiranno i “Casentuli”.  

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 20/09/2019
Titolo INVITO
Testo
CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE EXPO DEL PISTACCHIO 2019
 
 
Ill.ma Testata giornalistica,
la S.v. è invitata alla conferenza stampa di presentazione dell’Expo del Pistacchio 2019, che si terrà martedì 24 settembre alle ore 10.00 nell’agriturismo “Musa” in contrada Difesa a Bronte..
Saranno presenti diverse autorità. Fra queste il sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, l’assessore alle Attività produttive, Giuseppe Di Mulo ed il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati.
Saranno anche presenti il dott. Giacomo Gagliano, responsabile dell’ “Istituto Controllo Qualità e repressione frode del Ministero dell’Agricoltura, il dott. Aldo Migliaccio, responsabile dell’Istituto Zooprofilattico della Regione siciliana – Servizio certificazioni vigilanza dei prodotti a marchio ed il prof. Biagio Fallico dell’Università di Catania.
Al fine di raggiungere agevolmente l’Azienda “Musa”, si inviano le coordinate per individuare il sito sul google maps.
Dopo aver cliccato sull’icona dalla app “Maps”, bisogna scrivere sulla riga “cerca qui” il numero 37.801186,14.876022 e cliccare ok o cerca.
Il programma indicherà la posizione, consentendo di raggiungerla.
L’Azienda Musa si trova a circa 15 minuti da Bronte in direzione di Maletto. Immersa nel verde ed offre una fra le più belle vedute dell’Etna.
Durante la conferenza stampa degustazione di prodotti al pistacchio e Pane condito offerto dall’Azienda.              
Per informazioni 3920385164.
Certo della Sua autorevole presenza, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.
 
COME RAGGIUNGERE L'AZIENDA MUSA


L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 20/09/2019
Titolo ECCO IL PROGRAMMA DELL’EXPO DEL PISTACCHIO 2019
Testo
BRONTE – (20 settembre 2019) – La trepidante attesa sta per finire. La cittadina di Bronte è pronta a trasformarsi in una ricca pasticceria specializzata in prodotti al pistacchio verde dop. I golosi sono avverti e forse hanno già prenotato una gita nella cittadina etnea che dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre, aprirà ai turisti le porte della XXX edizione dell’Expo/Sagra del Pistacchio verde di Bronte dop.
Prima però, ovvero martedì 24, alle 10 del mattino, nell’incantevole scenario naturale offerto dall’azienda agricola “Musa”, la presentazione del programma ai mass media. Programma che oltre a rendere onore al pistacchio è un vero inno alla sicilianità.
Concerto di Morgan, (di sabato 28 in piazza Castiglione alle 21.30), a parte, infatti, i concerti serali anno il profumo inconfondibile della Sicilia. Domenica 29, in piazza Enrico Cimbali, l’atteso concerto dei Kunsertu”, venerdì 4 ottobre in piazza Castiglione quello degli “Shakalab” e sabato 5 ottobre i “Siciliano sono”.
Durante le giornate dell’Expo però,  dalle 10 del mattino fino a notte fonda, la città si trasformerà in una galleria di musica all’aperto con concerti, esibizioni e sfilate di gruppi.
Confermata anche quest’anno la gioiosa manifestazione “La scuola all’Expo/Sagra del pistacchio” del 4 ottobre, quando migliaia di scolari e studenti invaderanno gli stand ed anche la degustazione della grande torta al pistacchio di domenica 6 ottobre alle ore 18.00 in piazza Castiglione.
“Uno sforzo non indifferente – afferma l’assessore alle Attività produttive del Comune Giuseppe Di Mulo che ha seguito l’organizzazione dell’evento - per celebrare il pistacchio verde di Bronte dop in occasione dell’Expo/Sagra numero 30. Io ringrazio – conclude – gli sponsor e tutti coloro che hanno contribuito o collaborato ad allestire un programma di sicuro valore”.
“Fra le feste dell’autunno – aggiunge il sindaco Graziano Calanna – questa è certamente la più bella e la più gustosa. L’Expo del pistacchio, infatti, è la vetrina privilegiata del nostro Oro verde che ricordo a tutti ancora si sta raccogliendo. I turisti che ci verranno a trovare, infatti, avranno l’occasione di assaggiarlo fresco”.
Imponente l’organizzazione che prevede aree di sosta nella zona artigianale ed un piano di sicurezza e viabilità. I turisti potranno visitare circa 90 stand e di questi tanti espongono pistacchio distribuiti lungo il percorso della manifestazione che inizia da viale Catania, percorre tutta la via Umberto fino a piazza Spedalieri e Cappuccini e si conclude nel parco urbano dove è collocata l’area food.   
“L’invito è esteso a tutti – conclude il sindaco – per 2 week end al colore ed al profumo del verde pistacchio di Bronte dop”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 18/09/2019
Titolo DA OTTOBRE A BRONTE PROGETTI PRESENTATI SOLO ON LINE
Testo
BRONTE – (18 settembre 2019) – Comune di Bronte sempre più “smart” e burocrazia sempre più trasparente e rispettosa dell’ambiente.
Dal primo di ottobre, infatti, va in pensione la tradizionale istanza cartacea per la presentazione delle pratiche inerenti il Suap (Sportello Unico Attività Produttive) e Sue (Sportello Unico Edilizia. In pratica chiunque deve presentare istanza relativa alla gestione d’impresa, iniziare un’attività imprenditoriale o semplicemente chi deve presentare un progetto per costruire o ristrutturare un immobile, non dovrà più stampare faldoni di documenti e recarsi al Comune per protocollarli, dovrà solamente collegarsi ad un portale dedicato per inserire telematicamente tutta la documentazione necessaria.
“Fine delle code all’Ufficio tecnico per presentare istanze o chiedere lumi sull’iter della propria pratica. – ci dice il sindaco Graziano Calanna – Da ottobre per presentare progetti o ottenere informazioni basterà un semplice click direttamente da casa”.
Il Comune, infatti, ha adottato “Urbix” la piattaforma informatica dedicata alla presentazione delle istanze Suap e Sue, con il chiaro obbiettivo di modernizzare la burocrazia, dare vita alla semplificazione e limitare l’uso della carta.
“Il portale – spiega l’ing. Caudullo, responsabile dell’Ufficio tecnico – è in grado di gestire tutte queste pratiche che dal primo di ottobre non potranno più essere presentate con il metodo tradizionale. Professionisti, ma anche semplici utenti, dovranno abilitarsi al sistema per accedere alla piattaforma ed inserire la documentazione necessaria. Tutto sarà certamente più semplice e veloce.  Del resto – continua – i dettami europei e la legge ci impone efficienza, efficacia ed economicità dell’azione amministrativa”.
“Un grosso passo in avanti – spiega il vice sindaco, l’ing. Gaetano Messina. Il portale non solo permetterà di presentare le istanze, ma di verificare giorno dopo giorno la prosecuzione dell’iter, con i tecnici che riceveranno telematicamente dal Comune eventuali richieste di integrazioni. Una rivoluzione certamente positiva”.
“Inoltre – aggiunge Graziano Calanna – potranno verificare in tempo reale se la documentazione è stata spedita agli enti sovra comunali come Asp, Genio civile o Parco dell’Etna, con cui la piattaforma è in grado di dialogare. Certo – conclude il sindaco - ogni cambiamento epocale avrà bisogno di un periodo di rodaggio. Gli Uffici del Comune sanno che per i primi mesi dovranno aiutare i tecnici ed i cittadini, cui però chiediamo collaborazione, affinché, il nuovo sistema venga velocemente assimilato”.
Ed Urbix è pronto alla sfida, garantendo massima trasparenza e soprattutto rispetto della privacy. I professionisti abilitati, infatti, potranno verificare solo le proprie pratiche la cui riservatezza è tutelata da una serie di password.
“Il primo di ottobre non è lontano. – conclude il sindaco – Da allora Bronte sarà certamente più moderna, più digitale e sempre più smart”. 

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 14/09/2019
Titolo CONSIGLIO APPROVA IL RENDICONTO 2018
Testo
BRONTE – (14 settembre 2019) – Il Consiglio comunale di Bronte presieduto da Nino Galati ha approvato a maggioranza il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2018.
“Approviamo oggi – ha affermato il consigliere Rosario Liuzzo – l’ennesimo documento contabile senza visione politica. Affermare che la presenza di un avanzo di amministrazione sia frutto della buona amministrazione Calanna è poco veritiero. La tenuta dei conti pubblici del Comune di Bronte ha un solo protagonista: le royalty metanifere.
Nonostante questa imponente voce di bilancio non notiamo alcuna differenza tangibile rispetto agli Comuni Siciliani di medesime dimensioni.
Sarebbe opportuno inoltre, che la giunta evitasse di sperperare il fondo di riserva con contributi a pioggia ad alcune associazioni, contributi dal sapore elettorale più che programmatico.
Il fondo di riserva ha un’altra funzione e per l'ennesima stagione invernale rischiamo di affrontare le emergenze del maltempo senza alcuna copertura manutentiva”.
Di parere opposto il consigliere Samanta Longhitano: “Il rendiconto dimostra come il Comune di Bronte abbia i conti in ordine e quanto sia virtuoso. Mentre, purtroppo, tanti altri Comuni soffrono, noi programmiamo ulteriori investimenti, che si aggiungono ai tanti già effettuati, che rendono la nostra Bronte, in questo momento, un cantiere a cielo aperto. Chi critica la visione politica del Rendiconto 2018 lo fa per pregiudizi, di natura non politica ed in modo assai strumentale, dimostrando peraltro poca aderenza al Territorio”.
L’Assemblerà consiliare ha anche affrontato l’argomento dei dossi artificiali, approvato all’unanimità la modifica del regolamento sul Consiglio dei ragazzi ed, a seguito delle dimissioni del dott. Ernesto Di Francesco, eletto il consigliere Antonio Currao, componente della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari di corte d’Assise e di corte d’Assise d’Appello.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 12/09/2019
Titolo “SULLA SS 284 GLI INCIDENTI SI EVITANO CON LA PRUDENZA”
Testo
BRONTE – (12 settembre 2019) – “Per adesso, vista l’assenza in programma di importanti investimenti strutturali, nel tratto Bronte – Randazzo della Ss 284 solo il buon senso ed il rigido rispetto del codice della strada potranno diminuire il numero di incidenti che, qualche volta, soprattutto sul rettilineo di contrada Difesa, sono mortali”.
Questo l’esito del vertice convocato a Bronte dal sindaco, Graziano Calanna, insieme con i colleghi primi cittadini di Randazzo e Maletto, assieme ai tecnici dell’Anas.
All’incontro hanno partecipato il sindaco di Maletto, Pippo De Luca, l’assessore di Randazzo Maria Mancuso, l’ingegnere dell’Anas, Antonino Urso, con il geometra Gaetano Trovato.
Con loro gli assessori di Bronte Cristina Castiglione, Gaetano Messina e Giuseppe Di Mulo, il consigliere comunale Antonio Currao ed il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Bronte, ing. Salvatore Caudullo.
Il sindaco Graziano Calanna ha ricordato i tanti incidenti anche mortali verificatisi sul rettilineo di contrada Difesa. Un rettilineo lungo quasi un chilometro che essendo uno dei pochi punti dove e possibile correre e sorpassare spesso è stato tragico teatro di incidenti. Per questo il sindaco, assieme ai colleghi di Maletto e Randazzo, ha chiesto all’Anas soluzioni immediate: “Ai tecnici la decisione finale – ha affermato Calanna – noi chiediamo un intervento immediato che, soprattutto in quel tratto, limiti la velocità ed impedisca il sorpasso”.
I sindaci non lo dicono ma ipotizzano la realizzazione di uno spartitraffico leggero simile a quello realizzato sulla Adrano Paterno. L’Anas però ha subito sottolineato come l’idea sia impraticabile perché la strada è troppo stretta e manca di banchine per la sosta, proponendo invece l’istituzione di autovelox che facciano alzare il piede dall’acceleratore soprattutto nei punti dove la velocità non dovrebbe superare i 50 chilometri l’ora. Purtuttavia l’Anas ha mostrato disponibilità a verificare la possibilità di istallare una segnaletica verticale lampeggiante che ricordi il limite massimo di velocità e mostri quella dei veicoli in transito.
“Abbiamo – afferma il sindaco Calanna – verificato ogni attività possibile da realizzare nell’immediato. Ci siamo resi conto che ciò che possiamo fare è invitare gli automobilisti ad essere prudenti, ad evitare telefonate durante la guida, ad evitare sorpassi azzardati e di non superare i limiti di velocità. Con l’Anas, infatti, ci siamo resi conto che, dopo i lavori di rifacimento dell’asfalto, qualche automobilista ha scambiato quella strada per una pista. La strada così com’è adesso rispetta le norme di sicurezza, di conseguenza non possiamo che cercare di sensibilizzare gli automobilisti ad una guida più prudente iniziando magari da quelli che ancora non hanno la patente come gli studenti nelle scuole. Dobbiamo capire che in questa strada che ha tante intersezioni bisogna avere prudenza”.
L’Anas comunque effettuerà uno studio per implementare una segnaletica verticale che sia da deterrente alla eccessiva velocità.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 10/09/2019
Titolo EXPO DEL PISTACCHIO 2019 ALL'INSEGNA DELLA SICUREZZA
Testo
BRONTE – (10 settembre 2019) – Si attendono oltre 100 mila visitatori e Bronte prepara un Expo del pistacchio all’insegna della massima sicurezza, della salubrità e del rispetto delle norme.
I visitatori che per 2 week end, dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre, si recheranno a Bronte per rendere omaggio all’ “Oro verde Dop”, infatti, troveranno una cittadina sicura e cibi somministrati nel rispetto delle regole imposte dall’Asp.
Questo l’esito del vertice convocato dal sindaco di Bronte, Graziano Calanna, con le Forze dell’Ordine, l’Anas e gli ispettori dell’Asp.
Al vertice, oltre alle Forze dell’Ordine, anche gli assessori Cristina Castiglione, Giuseppe Di Mulo ed Ernesto Di Francesco ed il presidente del Consiglio comunale Nino Galati. Con loro il dott. Felice Belfiore del Servizio veterinario ed i dottori Nicolò Accurso ed Andrea Santangelo del Servizio di Igiene pubblica. Presenti anche i geometri dell’Anas Gaetano Trovato e Marco Russo, oltre all’ing. Salvatore Caudullo, al dott. Nino Minio ed a Patrizia Orefice del Comune di Bronte.            
“L’Expo del pistacchio – ha affermato il sindaco in apertura dopo aver ringraziato i presenti – è famoso per esporre il pistacchio più buono al mondo. Lo scorso anno abbiamo registrato un record di presenze e quest’anno, in occasione della 30’ edizione, le attese sono tante. Per questo l’organizzazione deve essere impeccabile, affinché sicurezza, ordine pubblico e traffico siano sempre sotto controllo”.
Alla fine è stato deciso di seguire il modello organizzativo dettato dal Ministero dell’Interno per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche. Un modello che prevede l’istituzione di vari varchi di accesso controllati alla zona frequentata dal pubblico, con l’Ufficio tecnico del Comune che sta redigendo un piano di sicurezza che preveda efficaci vie di fuga. Gli stand, inoltre, dovranno avere tutti l’estintore in caso di incendio e dotarsi di tutti i requisiti previsti per la sicurezza. Ma non solo. Particolare attenzione sarà riservata alla tutela della Salute pubblica. Sarà vietata la vendita di qualsiasi cibo che non rispetti regole e norme igienico sanitarie.
“Tutto questo – conclude il sindaco – per tutelare i visitatori che vengono a trovarci. Il pistacchio di Bronte è uno dei prodotti tipici più importanti della Sicilia e l’Expo, che è la sua vetrina migliore, deve anche essere esempio di rispetto delle regole”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 08/09/2019
Titolo CASSONETTI PER I RIFIUTI NELLE CAMPAGNE IN OCCASIONE DELLA RACCOLTA DEL PISTACCHIO
Testo
BRONTE – (8 settembre 2019) - Fatica e disagi sono certo ripagati dai profitti, ma la biennale raccolta del pistacchio di Bronte, non è soltanto il periodo di raccolta dell’Oro verde di Bronte, è molto di più. E, infatti, una tradizione consolidata da centinaia di anni che, esattamente come cento anni fa, si svolge regolarmente nel mese di settembre degli anni dispari.
Il progresso e l’automazione non hanno effetti fra le irte e spigolose lave dell’Etna. Qui il terreno non consente l’ingresso di macchine per la raccolta del pistacchio, e così, esattamente come centinaia di anni fa, si fa a mano, con gli operai che staccano i pistacchi per farli cadere nelle reti o nelle bisacce. Un processo faticoso e lungo cui si aggiungono i tempi di asciugatura del pistacchio al sole, sempre nella stessa maniera e con gli stessi metodi dei nostri nonni. E siccome a Bronte quasi tutti hanno un pistacchieto è ormai tradizione che l’intera città si trasferisca nelle campagne.
Ed una città di quasi 20 mila abitanti che “trasloca” per non meno di 10 giorni nelle casette di campagna, impone al Comune l’organizzazione di servizi. Per questo il sindaco, Graziano Calanna, ha deciso di far porre in 2 zone rurali i cassonetti dei rifiuti, permettendo alla gente di evitare di portarsi dietro i sacchetti o, nella peggiore delle ipotesi, di lasciarli ai bordi delle strade.
“Lo abbiamo deciso – afferma il Primo cittadino - per venire incontro alle abitudini dei brontesi. Ogni due anni a settembre, infatti, la gente si trasferisce nelle campagne per raccogliere il pistacchio. Vivere in campagna di conseguenza vuol dire produrre fra i pistacchieti dei rifiuti. In teoria questi, ovviamente differenziati, dovrebbero essere consegnati al Centro di raccolta, oppure portati a casa e conferiti per tipologia nel rispetto del calendario. Ci rendiamo conto però del disagio. Di conseguenza abbiamo deciso di far sistemare dei cassonetti per la raccolta differenziata nelle campagne. Per la gente sarà più comodo”.
E così nelle contrade Galluzzo e Fiteni, dove più intensa è l’attività di raccolta, verranno sistemati due vere e proprie isole ecologiche. Saranno posti infatti grandi cassonetti che permetteranno di conferire vetro, plastica, cartone e rifiuti indifferenziati. “Esattamente, - continua Calanna – il fatto che ritornino i cassonetti grandi non vuol dire che bisogna disabituarsi a fare la raccolta differenziata. Non mettiamo contenitori per l’umido perché è naturale smaltirlo in campagna. La stessa buccia del pistacchio, dopo la smallatura, può essere smaltita nel terreno come concime”.
Il servizio avrà inizio domani, lunedì 9 settembre ed ha una durata limitata: “La raccolta dura tutto il mese di settembre, difficilmente andrà oltre. – spiega Calanna - Di conseguenza il 29 settembre ritireremo i cassonetti dalle campagne e tutto tornerà alla normalità”.
 
 L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 04/09/2019
Titolo CALANNA ESPRIME SODDISFAZIONE PER LA NOMINA DI NUNZIA CATALFO MINISTRO DELLA REPUBBLICA
Testo
BRONTE – (4 settembre 2019) – Il sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, ha espresso grande soddisfazione per la nomina della senatrice Nunzia Catalfo ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.
“Congratulazioni al neo Ministro Nunzia Catalfo – ha affermato Graziano Calanna – che ricordo è particolarmente legata a Bronte. La mamma, infatti, è brontese.
L’intera Città del pistacchio e della Cultura è orgogliosa della sua nomina.
Bronte è certa che il neo ministro della Repubblica italiana saprà affrontare i problemi del Lavoro e delle Politiche sociali nell’interesse del Paese e dei Cittadini italiani.
Ritengo che sia stato premiato il suo impegno e la sua attenzione verso i temi del Lavoro soprattutto nel meridione, che nel ministro Catalfo, ne sono certo, avrà un sicuro punto di riferimento”.   

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 02/09/2019
Titolo DAL 27 AL 29 SETTEMBRE E DAL 4 AL 6 OTTOBRE SARA’ EXPO DEL PISTACCHIO
Testo
BRONTE – (2 settembre 2019) – Ecco le date del prossimo Expo del Pistacchio, organizzato dal Comune di Bronte, guidato dal sindaco Graziano Calanna.
La tradizionale sagra dell’Oro verde dop si svolgerà dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre.
In questi due fine settimana la città di Bronte non solo si trasformerà in una naturale vetrina del suo verde pistacchio, con un programma che è ancora in fase di realizzazione.
“Ci lavoriamo da settimane, – afferma il sindaco – ma ancora nessuno degli eventi è stato scelto. Le notizie apparse sui social e siti web purtroppo sono solo fake news. Presto completeremo il palinsesto delle manifestazioni e pubblicheremo il calendario definitivo degli eventi. Solo allora si potrà essere certi degli spettacoli che questo Expo offrirà ai rescindenti ed ai visitatori”.
Intanto questa sarà di certo un’edizione speciale. Si tratta infatti dell’Expo/Sagra numero 30. “E ci teniamo a sottolineare – continua Calanna – che si tratta dell’Expo del Pistacchio verde dop di Bronte. Un pistacchio diverso nel gusto e soprattutto nei colori rispetto a tutti gli altri pistacchi del mondo. Riconoscerlo non è difficile. – spiega Calanna rivolgendosi ai consumatori - Anzitutto attenzione alla forma, perché quello di Bronte è allungato e poi guardate bene il colore. Tolto il guscio la pellicina della buccia, infatti, ha un colore che tende al violaceo, o meglio, al melanzana, con riflessi verde chiaro, mentre all’interno mostra il tipico colore verde smeraldo.
Ricordate, – conclude - il pistacchio di Bronte non è mai giallo e non ha neanche quel verde acceso che spesso notiamo in qualche pubblicazione”.
E quest’anno è proprio l’anno della racconta. “Come ogni 2 anni, nel mese di settembre – conclude il sindaco – gran parte della nostra cittadina di Bronte si trasferisce in campagna per raccogliere il prezioso pistacchio. Gli esperti ci dicono che l’annata è ottimale. Venire alla 30’ edizione dell’Expo del pistacchio sarà anche l’occasione per assaggiarlo fresco”.  

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 28/08/2019
Titolo “TROPPI INCIDENTI SULLA SS 284”
Testo
BRONTE – (28 agosto 2019) – Troppi incidenti nel tratto Bronte – Maletto della Ss 284.
Quello mortale verificatosi il 23 agosto scorso è solo l’ultimo di una lunga serie.
Per questo il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, ha deciso di intervenire.
Ha telefonato ai colleghi di Randazzo e Maletto e poi ha scritto una lettera ai vertici dell’Anas. A loro ha chiesto di partecipare ad un incontro che ha fissato per giovedì 12 settembre nella sala della Giunta del Comune di Bronte. L’argomento da affrontare è uno solo: la sicurezza nel tratto di Strada statale 284 nel tratto fra Bronte ed il bivio per Maletto.
“Non possiamo certo rimanere a guardare. – ci dice – Mi sono sentito con i colleghi di Randazzo, Francesco Sgroi e Maletto, Pippo De Luca che ringrazio: nessuno di noi ha titubato un attimo ed abbiamo deciso di chiedere all’Anas un incontro per verificare quali possano essere i provvedimenti da adottare affinché quella strada diventi più sicura”.
Qualcuno sostiene che le carreggiate del rettilineo di contrada Difesa dovrebbero essere “separate” da un guard rail leggero: “Potrebbe essere una ipotesi, – conclude Graziano Calanna – ma lasciamo alla sicura competenza dell’Anas la scelta tecnica migliore. Noi sindaci – conclude - chiediamo soltanto che il transito su questa importantissima Strada statale risponda alle esigenze della mobilità ed ai criteri di sicurezza”.     
     
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 23/08/2019
Titolo IL SINDACO DI BRONTE CALANNA SUL DOLCE “MAFIOSI AL PISTACCHIO”: “LA MAFIA NON E’ UN BRAND”
Testo
BRONTE – Il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, interviene a difesa del buon nome della sua Citta che si identifica nel “Pistacchio verde di Bronte dop”, dopo aver letto la notizia che un pasticcere taorminese ha deciso di chiamare alcuni suoi prodotti “mafiosi al pistacchio” e “cosa nostra alle mandorle”.
“La mafia – afferma Graziano Calanna - non può essere un "brand", ne tanto meno il nome di un prodotto tipico o di un dolce. Tutta Bronte condanna l’idea del pasticcere taorminese di chiamare dei dolci in vendita “mafiosi al pistacchio” e “cosa nostra alle mandorle”. Il pistacchio e le mandorle sono prodotti tipici di eccellenza della nostra terra, frutto del sudore e della fatica di tanti uomini onesti che, con il loro agire quotidiano, combattono e si pongono in netto contrasto con la mafia.
Bronte condanna non solo l’accostamento, sicuramente poco appropriato, di cattivo gusto e penalizzante per l’immagine del pistacchio e della mandorla, ma condanna in generale l’utilizzo della mafia come brand per tentare di ricavare dai turisti qualche soldino in più.
Ringrazio il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, per essere intervenuto duramente.
Mi auguro che riesca a convincere il pasticcere della sua comunità che in Sicilia vi sono altri “brand”, di sicuro valore, su cui vale la pena puntare per valorizzare i propri prodotti".

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 21/08/2019
Titolo BRONTE PRIMO IN SICILIA PER I FINANZIAMENTI SULL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
Testo
BRONTE – (21 agosto 2019) – La Regione siciliana pubblica la graduatoria dei Comuni siciliani che, attraverso i progetti presentati nell’ambito dell’efficientamento energetico sono riusciti ad ottenere i maggiori finanziamenti, e Bronte si piazza la primo posto.
Su quattro progetti presentati, infatti, la Città del pistacchio e della cultura ha ottenuto finanziamenti per 5 milioni e 422 mila euro, battendo Erice (giunta al secondo posto con finanziamenti per 5 milioni di euro), e Marsala, giunta terza con 4 milioni e 165 mila euro. Per trovare la prima città della provincia di Catania dopo Bronte, bisogna scorrere la graduatoria fino al sesto posto, dove troviamo Misterbianco con 3 milioni e 695 mila euro di finanziamenti.
“Un risultato eccezionale – commenta il sindaco di Bronte, Graziano Calanna – che pone Bronte fra i migliori Comuni della Sicilia. Un successo che questa Amministrazione condivide con il gruppo di progettazione costituito da giovani professionisti brontesi e con gli uffici del Comune. Noi partecipiamo a tutti i bandi pubblicati con le risorse europee e grazie alla bravura di validi professioni, che seguono alla lettera le indicazioni dell’Amministrazione, fino ad oggi siamo riusciti ad ottenere numerosi finanziamenti.
I progetti sull’efficientamento energetico – continua il sindaco - sono solo un esempio e la classifica regionale è il giusto premio a mesi e mesi di lavoro svolto nell’esclusivo interesse di Bronte e dei cittadini.
I 4 progetti finanziati a Bronte, infatti, - continua - presto si trasformeranno in altrettanti cantieri e quindi in opportunità di lavoro per le imprese e operai. Non solo – conclude - produrranno un risparmio sulla bolletta energetica del Comune di circa 250.000 euro l’anno”.
Ed i progetti presentati e finanziati guardano realmente a futuro, immaginando una città in grado di consumare meno energia grazie all'ammodernamento dei quadri elettrici esistenti, l'installazione di sistemi di telecontrollo, la sostituzione di alcuni impianti e delle lampade a led dotate di sensori che si accendono al passaggio di veicoli o pedoni. Inoltre la sostituzione delle lanterne artistiche con altre di pari bellezza ma in grado di utilizzare lampade a risparmio energetico. Ma non solo: si punta alla promozione dell’eco-efficienza, per una Bronte “smart” ed al passo con i tempi.      

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 11/08/2019
Titolo INAUGURATA L’AREA LUDICA NEL PARCO DI VIA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO
Testo
BRONTE – (11 agosto 2019) – A stento ed in trepidante attesa, hanno aspettato che padre Antonino Modica benedicesse i luoghi e che il sindaco, Graziano Calanna, tagliasse il nastro inaugurale.
Poi per le decine e decine di bambini, che sono accorsi all’inaugurazione del grande parco giochi del parco di via Vittorio Veneto, è arrivato il momento di sbizzarrirsi e di impadronirsi con gioia ed allegrai non solo del grande gioco a sei torri che domina il parco, ma di tutte le altalene ed i giochini che hanno reso il più grande polmone verde di Bronte a misura dei più piccoli e quella che fino ad oggi era per antonomasia è la città del pistacchio e della cultura, anche dei bambini.
Già, perché le cronache sono piene di Comuni dove i parchi gioco per i piccoli sono abbandonati o dove non ci sono a causa della crisi economica. Bronte invece, in controtendenza, si distingue per aver pensato ai più piccoli e quindi anche alle famiglie, che adesso hanno un luogo bello, verde e sicuro dove far divertire in assoluta sicurezza i propri figli.
“Pochi in verità – ha raccontato il sindaco Graziano Calanna durante l’inaugurazione – sanno da dove nasce l’idea di questo grande parco giochi. Appena eletto ho ricevuto la visita di una scolaresca. Era una quarta elementare. In quell’occasione i bambini mi chiesero di realizzare in questo parco un’area tutta per loro. Mi hanno consegnato anche dei disegni che raffiguravano già un gioco cosi grande e bello propri qui, un gioco  pieno di scivoli, altalene ed attrezzi per arrampicarsi ed esplorare. Abbiamo fatto il possibile per realizzarlo”.
E che il momento per Bronte fosse importante lo dimostra la partecipazione di tante gente, la presenza della Giunta, di alcuni consiglieri comunali e del comandante del Comando stazione carabinieri di Bronte, Giuseppe Cunsolo.
“Ancora manca qualche dettaglio, – ha continuato il sindaco – ma è adesso, in piena estate, che un parco come questo va inaugurato”. Poi il sindaco ha ricordato che il parco di via Vittorio Veneto ospiterà anche un percorso salute per gli adulti, che presto potrà essere raggiunto anche da via Umberto e che l’intera area è videosorvegliata a garanzia della sicurezza dei più piccoli e contro gli atti vandalici. L’inaugurazione di questo grande parco giochi fa parte di un progetto ben più ampio che ha visto realizzare aree ludiche piene di scivoli ed altalene anche in via Rosario Livatino nel quartiere Borgonuovo ed in piazza Saitta in contrada Sciarotta.
“Ma non solo – conclude Graziano Calanna – presto ristruttureremo anche il parco giochi di piazza Aldo Moro. L’impegno per i bambini continua”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto