AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
IL COMUNE

Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 31/10/2018
Titolo CALANNA: “GARE D’APPALTO: RIBASSI TROPPO ECCESSIVI”
Testo
BRONTE – (31 ottobre 2018) – La settimana che è appena trascorsa è stata particolarmente fruttuosa per Bronte. Sono state aggiudicate, infatti, 2 gare d’appalto per altrettante opere pubbliche.
La prima è stata la ristrutturazione della Chiesa del Rosario, beneficiaria di un finanziamento di 800 mila euro, la seconda la riqualificazione del Polo sportivo cui la Regione ha finanziato circa un milione e mezzo di euro. Ovviamente grande euforia pensando agli  investimenti, ai posti di lavoro e soprattutto al fatto che la Città si riapproprierà di 2 immobili importanti. Entusiasmo che non ha nascosto neanche il sindaco, Graziano Calanna, che ha seguito tutto l’iter.
Oggi però, alla luce degli esiti delle gare, è lo stesso primo cittadino a sottoporci una riflessione. I lavori della Chiesa sono stati aggiudicati con un ribasso del 33%, quelli del Polo sportivo addirittura con il 40%.
Troppo a giudizio di Graziano Calanna che afferma: “Delle due, l’una: o i preziari nazionale e regionale sono esagerati, oppure il ribasso è eccessivo. A noi interessa solo una cosa, che in entrambe le 2 opere pubbliche i lavori vengano realizzati presto, nel migliore dei modi e senza sorprese o intoppi. Il direttore dei lavori dovrà essere da garante per il Comune”.
Il problema ovviamente non riguarda solo Bronte, ma l’intero Paese, dove il dilagante fenomeno dei ribassi eccessivi nelle gare d’appalto di lavori pubblici, aggiudicate con il sistema del così detto “prezzo più basso”, infatti, sta creando notevoli danni all’economia nazionale e alle stesse imprese che operano sul mercato. La crisi economica e il calo degli appalti ha scatenato, infatti, una vera e propria “guerra” tra poveri, in cui sono sempre più numerose le imprese che, pur di lavorare e rimanere sul mercato, offrono ribassi elevatissimi alle pubbliche amministrazioni. Fino ad oggi questo, molto spesso, non ha fatto altro che alimentare i contenziosi, provocare ritardi ed in alcuni casi la realizzazione opere di scarsa qualità o addirittura di non completarle affatto, perché nel frattempo si è falliti.    
“Cosa che non dovrà accadere a Bronte. – ha concluso il sindaco – Noi faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità. Vigileremo con molta attenzione, ma la legge però dovrà aiutarci”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 29/10/2018
Titolo AGGIUDICATI ANCHE I LAVORI DEL POLO SPORTIVO
Testo
BRONTE – (29 ottobre 2018) – Dopo i lavori di ristrutturazione della Chiesa del Rosario, il Comune di Bronte aggiudica anche quelli relativo alla riqualificazione del Polo sportivo di via Dalmazia.
Anche in questo caso a realizzarli sarà un’impresa del catanese, che ha effettuato un ribasso del 40% su lavori cui la Regione, nel settembre del 2016, ha finanziato circa un milione e mezzo di euro.
Anche in questo caso, come per la Chiesa del Rosario, netta la differenza di velocità fra la burocrazia regionale e quella comunale. Un anno e 10 mesi di tempo fra il finanziamento e la firma del decreto da parte dell’Assessorato regionale, appena 4 mesi per pubblicare il bando ed aggiudicare i lavori da parte del Comune. Previsti anche i tempi di consegna, già fissati per novembre.
“Anche in questo caso – afferma il sindaco Graziano Calanna – ho avuto il privilegio di ritirare personalmente il decreto a Palermo. Per la seconda volta in pochi giorni in Comune abbiamo dimostrato professionalità e velocità. Consegneremo ai Brontesi un impianto all’avanguardia”.
E ad essere soddisfatto non è solo il sindaco: “In questo impianto praticano calcio circa 360 giovani – ci dice il Toni Arcoria presidente del Bronte Ciclope che milita nel Campionato di Promozione – Aspettavamo questo impianto da tanto tempo. Era un sacrilegio avere uno degli impianti più belli del territorio e poi, non solo non avere i servizi necessari, ma giocare le partite a porte chiuse per inagibilità delle tribune. Adesso spero che questo serva per avvicinare al calcio altre persone per permetterci, perché no, di raggiungere traguardi ancora più ambiti”.
Ma vediamo i lavori da realizzare. Verranno realizzate nuove aree da adibire a parcheggio, gli impianti di illuminazione e soprattutto saranno abbattute le barriere architettoniche.
Alcune strutture saranno abbattute per ricostruire alcuni servizi, come gli spogliatori, secondo le moderne esigenze. Inoltre si provvederà alla riqualificazione di tutti gli impianti, elettrico, idrico e di riscaldamento. Tutti gli infissi saranno sostituiti guardando anche al risparmio energetico. Anche i servizi igienici verranno rifatti e previsti sia per la parte della tribuna riservata ai tifosi locali sia per quella degli ospiti. I lavori riguarderanno non solo il campo di calcio, ma anche il Palazzetto dello sport ed i campi da tennis. Capitolo particolare sarà riservata alla sicurezza ed al rispetto dello norme antincendio.
“Un progetto completo. – conclude il sindaco – Vedere la sera i ragazzi allenarsi con solo 2 fari accesi era per me motivo di grande rabbia. Adesso – conclude -  sistemeremo tutto”.
  
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 27/10/2018
Titolo CHIESA DEL ROSARIO: AGGIUDICATI I LAVORI
Testo
BRONTE – (27 OTTOBRE 2018) – E’ circa 10 anni che i brontesi attendevano questa notizia. La commissione di gara chiamata ad esaminare tutte le offerte pervenute, ha emesso il suo verdetto.
Ad aggiudicarsi i lavori per la ristrutturazione della centralissima Chiesa del Rosario di Bronte è stato una ditta del catanese che, su un finanziamento complessivo di 800 mila euro, di cui 500 mila destinati esclusivamente ai lavori, ha effettuato un ribasso del 33%.
Un passaggio burocratico fondamentale che permetterà all’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Graziano Calanna, di consegnare i lavori prima di Natale.
Per questo il primo cittadino non nasconde la sua soddisfazione. “Soddisfazione – ci dice - perché questo era un punto fondamentale del programma elettorale presentato agli elettori e perché la gente, dopo il finanziamento ben 2 anni fa, era in trepidante attesa. In effetti noi in Comune siamo stati velocissimi, ma abbiamo dovuto prima aspettare e poi assecondare una burocrazia che purtroppo a Palermo è spesso farraginosa. Pensate che dopo il finanziamento, avvenuto nel giugno del 2016, ci son voluti più di 2 anni prima che l’Assessorato emettesse il decreto di finanziamento. Poi però, appena le carte sono arrivate in Comune possiamo dire che abbiamo corso. In appena 3 mesi, infatti, abbiamo pubblicato il bando, atteso i tempi per i ricorsi ed aggiudicato i lavori. Adesso bisogna attendere i tempi di pubblicazione e poi a dicembre potremmo consegnare i lavori alla ditta aggiudicatrice”.
E sono più di 10 anni che i fedeli non entrano in questa Chiesa. Non lo fanno da quando la Protezione civile, a causa di uno strano avvallamento del pavimento, ha interdetto il luogo al culto.
Per questo i lavori prevedono di irrobustire le strutture portanti, rendendo stabili pilasti, pavimenti e cupola. Nel dettaglio la volta a cupola sarà rinforzata con una rete in fibra di carbonio, posta anche nelle pareti perimetrali. Il sottofondo della pavimentazione sarà adeguato e reso funzionale dell’aerazione. Anche l’impianto elettrico sarà adeguato e le barriere architettoniche saranno abbattute.
La Chiesa poi sarà resa sicuramente più sicura anche dal punto di vista sismico, con l’indice di vulnerabilità che verrà abbassato del 30% rispetto allo stato attuale.
Da precisare che questi lavori non interessano i fregi, i rosoni e le decorazioni, che in questa Chiesa sono di particolare pregio. Oggi si interviene solo dal punto di vista statico.
“Il prossimo appuntamento adesso è a dicembre – conclude il sindaco – quando verranno consegnati i lavori che seguiremo ogni giorno. Questa chiesa dovrà presto tornare ai fedeli”.    
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 24/10/2018
Titolo NOTIFICATO AL COMUNE IL DECRETO DI FINANZIAMENTO PER L’ASILO PUCCINI
Testo
BRONTE – (24 OTTOBRE 2018) – Eccoli i fondi per l’Asilo Puccini di Bronte.
L’Assessorato alla Famiglia della Regione siciliana ha inviato la comunicazione ufficiale, notificando al Comune di Bronte il decreto di finanziamento di circa 500 mila euro per ristrutturare l’intero edificio.
Adesso gli Uffici del Comune  seguiranno le indicazioni del decreto per procedere all’espletamento della gara d’appalto.
“La città si riappropria di un immobile importante. – afferma il sindaco Graziano Calanna – L’asilo Puccini può essere un punto di riferimento per i bambini. Con questi fondi lo rimetteremo a nuovo dopo che, voglio ricordare, è stato quasi totalmente vandalizzato.
In passato l’immobile, che tutti a Bronte chiamano asilo Puccini, è stato utilizzato non solo come asilo, ma come centro ricreativo. Pensate che c’è stato un periodo che è stato concesso in gestione alle associazioni di volontariato, che ne richiedevano l’utilizzo, per effettuare delle attività. Qualche anno fa, per esempio, è stato utilizzato da un’associazione per organizzare il Grest estivo.
Nello scorso dicembre però, dopo un periodo di inutilizzo, il neo assessore  Ernesto Di Francesco, nell’effettuare la ricognizione degli immobili comunali, ha scoperto che era stato vandalizzato.
Qualcuno, infatti, aveva facilmente oltrepassato la recinzione, approfittando di qualche “barra” di ferro mancante ed era entrato. Giunto dentro poi ha ben pensato di rompere tutto. Tavoli, sedie e monitor di computer, porte e vetri, lasciando ovunque i segni del suo passaggio.
“E questa è l’occasione migliore per ripristinare tutto e riconsegnare la struttura alla Città. – ribadisce il sindaco Graziano Calanna – Sappiamo quanto importante sia per Bronte ottenere finanziamenti che ci aiutino a ristrutturare gli immobili pubblici. Il vantaggio è molteplice: si creano posti di lavori, si migliora l’aspetto urbano del centro e si garantiscono nuovi e migliori servizi.  Non a caso ci battiamo sempre per ottenere finanziamenti ed i risultati si vedono. La Città, infatti, a giorni attende l’aggiudicazione dei lavori del restauro della Chiesa del Rosario ed i lavori di adeguamento del Polo sportivo di via Dalmazia che insieme ci permetteranno di investire quasi 2 milioni di euro finanziati dalla Regione. Fra qualche giorno avremo notizie ufficiali. Intanto oggi – conclude – ci godiamo il decreto per l’ex asilo Puccini che ricordo è situato in una zona nevralgica della cittadina e circondato da un bellissimo prato verde che si presta benissimo a tutto. Un’oasi verde che tutti speriamo torni presto ai più piccoli”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 24/10/2018
Titolo COMUNE, ASP E ROTARY INSIEME PER LA PREVENZIONE
Testo
BRONTE – (24 OTTOBRE 2018) – Asp 3 di Catania, Rotary ed il Comune di Bronte insieme per promuovere la prevenzione alla Salute.
Il sindaco, Graziano Calanna e l’assessore Chetti Liuzzo, infatti, hanno firmato il protocollo d’intesa promosso dal Rotary e dall’Asp per dare inizio, da subito, ad una campagna di prevenzione per studenti, docenti e genitori, ma volendo anche per il resto della popolazione, per contrastare il proliferare del melanoma, che è uno dei tumori più pericolosi, e delle malattie metaboliche. 
“Promuoviamo educazione alla salute nelle scuole – ha affermato il dott. Angelo Murgo, presidente del Comitato consultivo dell’Asp  - perché il territorio è sprovvisto di vera prevenzione. Lo facciamo gratis: lo screening, infatti, è gratuito”.
“Effettueremo – ha aggiunto il dott. Marcello Stella del Rotary - una serie di seminari finalizzati alla prevenzione del melanoma cutaneo e delle malattie metaboliche come l’obesità, il diabete, le cardiopatie ecc. Campagne che saranno seguite dalla dermatoscopia su studenti, docenti e genitori. Se si vorrà – conclude – lo screening potrà essere esteso alla popolazione”.
“Di melanoma ci si ammala perché si sconoscono le normali regole di prevenzione – ha spiegato Mirella Santoro – E noi vogliamo che i genitori finalmente capiscano”.
Ed il sindaco non ha avuto titubanze ed ha firmato subito il protocollo: “Una iniziativa importante. – ha affermato –Spiegare che il nostro comportamento ha un nesso di causalità diretta per alcune pericolose malattie credo sia un dovere”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
 
Data Comunicato 17/10/2018
Titolo GIAMMANCO A CALANNA: “LA TAC DELL’OSPEDALE E’ TORNATA IN FUNZIONE”
Testo
BRONTE – (17 ottobre 2018) – Ore 12.41 di oggi, il direttore generale dell’Asp 3 di Catania, dott. Giuseppe Giammanco, telefona al sindaco di Bronte, Graziano Calanna.
La telefonata giunge dopo giorni caratterizzati da frenetiche interlocuzioni fra il sindaco ed il direttore generale e finalmente annuncia al primo cittadino che, dopo circa 12 giorni di inattività, la Tac dell’Ospedale Castiglione Prestianni di Bronte è nuovamente funzionante e che i lavori di sostituzione del pezzo guasto erano stati seguiti direttamente dal responsabile dell’area radiologica dott. Enzo Riccioli.
“Finalmente arriva una buona notizia. – afferma il sindaco Graziano Calanna – Io, a nome di tutti i sindaci del comprensorio che si battono per l’ospedale, ritengo di dover ringraziare il direttore generale. Certo però – continua - non abbiamo gradito i lunghi tempi di attesa che sono serviti per la riparazione, ne tanto meno possiamo accettare che nell’ospedale di Bronte continui ad funzionare una Tac così vecchia da non riuscire più neanche ad offrire un servizio di qualità. I tecnici infatti mi dicono che la Tac di Bronte è a “6 strati”, mentre quelle di ultima generazione ormai sono già a “128 strati”. In parole povere – continua il primo cittadino – la differenza, oltre alla definizione delle immagini che oggi è certamente migliore, è il fatto che i referti si ottengono in un tempo di gran lunga inferiore. Pensate che ciò che a Bronte si ottiene in un’ora, con le Tac di ultima generazione si ottiene in meno di 10 minuti. Di conseguenza mantenendo una vecchia Tac che si rompe in continuazione, non solo si possono effettuare meno referti, ma si sottopongono i pazienti a radiazioni per un tempo più lungo. Per questo – conclude il sindaco – abbiamo già chiesto a Giammanco un incontro per concordare l’acquisto per Bronte di una nuova Tac”.
Ma nell’agenda dei sindaci non c’è solo la Tac, fra i servizi che nell’Ospedale dovrebbero. “Già -  aggiunge Calanna – con il direttore dobbiamo capire perché in Ortopedia mancano 3 medici ed in Chirurgia 2. Perché mancano infermieri ed ausiliari quasi ovunque tanto che ogni volta che manca qualcuno le difficoltà aumentano. Infine - conclude – mi dicono che vi sono dei reparti quasi completi non consegnati e per questo utilizzati diversamente. E per adesso mi fermo qui. Insomma – conclude – come vedete i problemi, che conosciamo bene, non mancano. Durante l’incontro con Giammanco, che spero si faccia al più presto, ci auguriamo possano essere affrontati e risolti”.    
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 17/10/2018
Titolo IL RENDICONTO 2017 IN CONSIGLIO
Testo
BRONTE – (17 ottobre 2018) – Consiglio comunale domani pomeriggio a Bronte, alle ore 16, per discutere ed eventualmente approvare il rendiconto 2017.
Il presidente Antonino Galati all’ordine del giorno ha anche inserito all’una interrogazione da parte dei Consiglieri comunali del 5 settembre 2018 inerente “il prelevamento dal fondo di riserva” e le variazioni al bilancio di previsione 2018/2020. 
      
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 16/10/2018
Titolo CALANNA: “INFORMATIZZIAMO L’UFFICIO TECNICO”
Testo
BRONTE – (16 ottobre 2018) –  Maggiore velocità e trasparenza, tempi certi nel rilascio delle autorizzazioni, risparmio economico per gli utenti e di tempo per i professionisti. Inoltre, particolare per nulla trascurabile a difesa dell’ambiente, niente più carta e montagne di faldoni rinchiuse negli scaffali degli archivi.
Un obiettivo che il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, vuole raggiungere al Comune di Bronte, informatizzando i servizi dell’Ufficio tecnico comunale.
“E’ uno degli uffici – ci dice – dove maggiore è la domanda dei cittadini”.
Per questo ha effettuato un sondaggio fra le società che offrono software ai Comuni per verificare prezzi e servizi resi e poi ha organizzato un incontro con i tecnici della Cittadina per raccogliere, alla presenza anche del capo dell’Ufficio tecnico del Comune, ing. Salvatore Caudullo, opinioni e suggerimenti.
“Fino ad oggi – ci spiega il vice sindaco Gaetano Messina, che di professione fa l’ingegnere – i pesanti faldoni dei progetti vengono portati fisicamente al Comune e protocollati. Appena il servizio sarà attivo basterà che i tecnici accreditati inviino tutto via mail, ottenendo dal portale il numero di protocollo. I vantaggi saranno molteplici. – continua - Innanzitutto tempi certi per il rilascio delle autorizzazioni, perché il sistema aiuterà l’Ufficio a ricordare le scadenze, poi l’iter sarà per tutti unico e chiaro. Un servizio che certamente garantirà maggiore trasparenza a beneficio degli utenti”.
Il bello del sistema però è che il Comune invierà telematicamente i progetti da approvare agli altri Enti. “Si - continua Messina – i tecnici non dovranno più recarsi al Parco dell’Etna, alla Soprintendenza o al Genio civile. Sarà il Comune che lo farà telematicamente, inviando loro la documentazione e ricevendo le relative autorizzazioni. Un grande risparmio di tempo per i tecnici ed economico per gli utenti”.
Ed i professionisti che intervenuti all’incontro hanno accolto con favore l’iniziativa. “Allora si parte. – conclude il sindaco Graziano Calanna – Raggiungeremo così un altro obiettivo per una Bronte sempre più Smart city. Informatizzare l’Ufficio tecnico vuol dire tanto. Innanzitutto sia i professionisti, sia il cittadino, attraverso la concessione di opportune password, potranno avere costantemente contezza dell’iter istruttorio delle loro pratiche. Basterà loro entrare all’interno del portale per sapere se anche gli altri enti , come i parchi o la Soprintendenza, hanno rilasciato le proprie autorizzazioni. Un notevole passo in avanti che già è stato sperimentato con successo in altre città. Io ringrazio – conclude – tutti i professionisti del settore tecnico che hanno partecipato all’incontro. La loro presenza ed il loro consenso ci fa capire che questo progetto va al più presto realizzato”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 12/10/2018
Titolo UN MESSINESE NOMINATO A CAPO DELLA BUROCRAZIA DEL COMUNE DI BRIATICO SCIOLTO PER MAFIA
Testo
BRONTE – (12 ottobre 2018) –  Ancora una volta la Sicilia si rivela capace di “foggiare” professionalità di spicco.
Il Prefetto di Vibo Valentia,  Giuseppe Gualtieri, ha chiamato il dott. Giuseppe Bartorilla, di Sant’Alessio siculo in provincia di Messina, attualmente segretario comunale a Bronte, per assicurare il regolare funzionamento dei Servizi nel Comune di Briatico in provincia di Vibo Valentia.
Il Comune di Briatico, infatti, è stato commissariato per infiltrazioni mafiose da un provvedimento del Consiglio dei ministri su proposta del Ministro dell’Interno. E la Direzione centrale per le Autonomie del Ministero ha già assegnato la posizione di comando della burocrazia del  Comune, con riferimento agli Affari generali, al dott. Bartorilla.
“Un incarico di responsabilità – ha affermato il segretario del Comune di Bronte – che svolgerò con cura ed attenzione, nel pieno rispetto delle norme. Ringrazio il Prefetto di Vibo Valentia, Giuseppe Gualtieri, per la nomina e la Commissione straordinaria del Comune per avermi scelto. Ringrazio anche il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, per avermi autorizzato a ricoprire l’incarico”.             
Appena 36 anni, laureato in Scienze politiche con indirizzo politico amministrativo all’Università di Messina, Bartorilla ricopre la carica di segretario comunale dal 2012.
Dal curriculum prestigioso, nonostante la giovane età, vanta una buona esperienza alla guida della burocrazia dei Comuni.
In 6 anni di servizio, infatti, è stato segretario titolare nei Comuni di Pagliara, Francavilla di Sicilia e Linguaglossa e reggente a Randazzo, Maniace, Taormina, Scaletta Zanclea, Furci siculo, Ali, Santa Teresa di Riva, Limina, Antillo, Roccavaldina e Torregrotta.
Esperienze di lavoro anche a Civezza in provincia di Imperia e nelle Unioni dei Comuni “Vallijoniche dei peloritani”, “Via Regia” e “Dei Nebrodi ed Etna”.
Ed a fare gli auguri al segretario per un proficuo lavoro, lo stesso sindaco di Bronte, la Giunta, il Presidente del Consiglio comunale, Nino Galati e l’Assemblea consiliare tutta.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 10/10/2018
Titolo PARCO DI VIA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO: ECCO L’INGRESSO DA VIA UMBERTO
Testo
BRONTE – (10 OTTOBRE 2018) – “Adesso si che il Parco di via Cavalieri di Vittorio Veneto diventerà un vero punto di riferimento verde per tutti i cittadini di Bronte”.
E’ quanto ha dichiarato il sindaco, Graziano Calanna, dopo aver visto le simulazioni fotografiche degli architetti che, su suo mandato, hanno progettato il nuovo ingresso da via Umberto per il parco.
Il parco altro non è che una enorme area verde sita a monte dell’abitato, a ridosso della circonvallazione. Un grande “polmone” dalle riconosciute potenzialità che però oggi è praticamente inutilizzato, perché è impossibile raggiungerlo dal centro.
Chi volesse abbandonarsi fra il verde dei suoi viali, infatti, deve raggiunge via Cavalieri di Vittorio Veneto, ovvero la trafficata circonvallazione. E qui i problemi sono enormi, a cominciare dal fatto che bisogna recarsi in auto che poi è difficile da posteggiare.
“Un vero peccato. – spiega il sindaco – Per questo approfittando del fatto che all’Ufficio tecnico stanno lavorando i 4 architetti, Liliana Puglisi, Orazio Scalia, Valentina Prisco e Gisella Incognito, della équipe che sta effettuando tirocinio formativo, ho chiesto loro di usare tutta al loro inventiva per progettare un ingresso al parco anche dalla centralissima via Umberto. E gli architetti hanno trovato la soluzione da sempre ipotizzata, ma mai messa su carta. Poiché la zona verde del parco arriva fino a via Milano, a due passi da via Umberto, è facile realizzarvi un elegante accesso se il Comune acquisisce una vecchia casetta disabitata per trasformarla nella piazzetta che farà da invito.
“Non ci abbiamo pensato 2 volte – afferma Graziano Calanna – ed ho subito dato mandato agli uffici di acquisire l’immobile disabitato”.
Ed il progetto è quasi pronto, con il sindaco che non vede l’ora di far iniziare l’iter per la realizzazione dei lavori.
“Si, perché quella – aggiunge il primo cittadino - non sarà soltanto una terrazza sulla città candidata a diventare il più grande polmone verde all’interno del centro abitato di Bronte, con la possibilità di fare jogging lontano dallo smog delle auto, ma anche il più grande parco giochi per bambini. Verranno – infatti, aggiunge - istallati scivoli, altalene, piccole palestre per bambini, dondoli e quant’altro l’industria ludica è in grado di realizzare e poi un enorme gioco fra i più grandi ed imponenti della provincia d Catania. In pratica circa 400 metri quadrati saranno dedicati ai bambini che così potranno socializzare e confrontarsi con altri piccoli amici e sperimentare in modo spontaneo le tante attrazioni. Io – conclude – immagino già questo parco fruito da sportivi, anziani e da tante famiglie che finalmente potranno contare su un luogo ideale dove far divertire i propri figli”.
Il parco, infatti, è un angolino di architettura rurale con flora simile a quella delle quote più alte del nostro vulcano che si trova in pieno centro. Ideale per poter trascorrere qualche ora di pace e serenità. Farà anche da attrazione per i visitatori. Bronte, infatti, è la città di riferimento per tanti Comuni del versante nord dell’Etna.  
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 07/10/2018
Titolo CONCLUSO IL 29’ EXPO DEL PISTACCHIO
Testo
BRONTE – (7 ottobre 2018) –  Anche quest’anno al ritmo del flik flok della fanfara dei Bersaglieri il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, insieme con tantissimi ospiti ed autorità,  ha tagliato la grande torta al pistacchio realizzata dagli abilissimi pasticceri dell’associazione regionale Conpait e dal pasticcere brontese Roberto Luca. Poi la torta è stata distribuita ai turisti, dopo che il sindaco e l’assessore Giuseppe Di Mulo, che ha organizzato l’evento, hanno consegnato le targhe di ringraziamento agli sponsor ed a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.
Fra i premiati anche l’ing. Salvatore Caudullo, capo dell’ufficio tecnico del Comune, ma soprattutto Patrizia Orefice e Nino Minio, ovvero l’anima di un evento che quest’anno ha superato ogni record.
Secondo le prime stime, infatti, rispetto allo scorso anno le presenze sono sicuramente aumentate, con l’intero evento che ha superato i 150 mila visitatori.
Negli stand, poi, è stato venduto di tutto. A ruba gelati, croccantini, crepes e torroncini al pistacchio, oltre a pacchi si pasta, vasetti di crema e pesto all’Oro verde.    
Ed alla cerimonia finale il sindaco ha avuto l’onore di ricevere numerosi ospiti. Presenti l’europarlamentare Michela Giuffrida, gli onorevoli Anthony Barbagallo, Alfio Papale e Giuseppe Zitelli, tutti pronti a complimentarsi con l’organizzazione e soprattutto a celebrare l’Oro verde dop, ritenuto a ragione il fiore all’occhiello del paniere dei prodotti tipici siciliani perché realmente riconosciuto come il più buono al mondo. Con loro i sindaci di Maletto, Pippo  De Luca e Troina, Sebastiano Venezia. Presenti anche la Giunta municipale, il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati con numerosi consiglieri comunali e le Forze dell’Ordine.
“Ringrazio tutti gli sponsor, – ha affermato l’assessore Giuseppe Di Mulo – le Forze dell’Ordine e tutti coloro che hanno contribuito. Grazie anche alla Ferrovia Circumetnea per l’ottimo servizio di trasporto fornito, all’Anas che ha garantito scorrevolezza alla viabilità ed alla Pro Loco di Bronte per la promozione del turismo nella nostra città. Grazie a dipendenti del Comune, alla Croce Rossa, alla Misericordia ed all’associazione Gaia e grazie  ai cioccolatieri di Perugia e Modica che quest’anno hanno arricchito e caratterizzato il nostro Expo del pistacchio”.
“Ancora una volta l’Expo ed il pistacchio hanno vinto la loro sfida – ha concluso il sindaco Graziano Calanna prima di tagliare per primo la grande torta al pistacchio  - La festa è stata all’altezza della bontà del pistacchio con spettacoli e concerti d’eccezione. Per un sindaco che guarda allo sviluppo economico, turistico e sociale della propria cittadina vedere i turisti contenti di essere venuti è una soddisfazione non indifferente”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 06/10/2018
Titolo BRONTE: CONTROLLI ACCURATI DOPO IL TERREMOTO
Testo
BRONTE – (6 ottobre 2018) –  Il forte terremoto che ha fatto crollare dei cornicioni a Santa Maria di Licodia, ha spaventato anche i residenti di Bronte, fortunatamente però senza provocare danni.
La scossa è stata avvertita in maniera chiara dalla popolazione, informata al momento principalmente dai post sui social media.
Qualcuno è addirittura uscito per strada ed è scattato il piano di Protezione civile comunale. Una squadra di tecnici con in testa il geometra Angelo Spitaleri durante la notte ha perlustrato il territorio tranquillizzando la popolazione e fornendo informazioni e poi questa mattina il sindaco Graziano Calanna, insieme con gli assessori Gaetano Messina e Chetti Liuzzo, ha coordinato un tavolo tecnico di Protezione civile con il capo dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo, lo stesso Spitaleri e Franco Longhitano.
“Il terremoto, – ci dice il sindaco – avvertito chiaramente dalla popolazione, non sembra aver provocato danni agli edifici. Per sicurezza però abbiamo deciso di effettuare le opportune verifiche”.
Così sono stati effettuati accurati sopralluoghi soprattutto negli edifici scolastici e nelle chiese. Osservata particolare la Chiesa del Rosario che, dopo aver ottenuto un finanziamento per la ristrutturazione, è in attesa che inizino i lavori.
“La Chiesa ha resistito bene alla scossa. – ha affermato l’ing. Salvatore Caudullo – Non abbiamo notato crepe o danni neanche nell’Edifico scolastico che ospita la Scuola media e nei plessi Marconi e Mazzini del Secondo Circolo didattico. La domenica – conclude - ci sarà utile per continuare sopralluoghi anche negli altri edifici pubblici”.
Controlli sono stati effettuati anche fra i palazzi della via Umberto che ospitano gli stand dell’Expo del pistacchio, ritrovo ieri di migliaia di visitatori: “Abbiamo controllato i cornicioni degli edifici più antichi. – aggiunge il sindaco – Non abbiamo notato danni”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 05/10/2018
Titolo IL MALTEMPO FA ANNULLARE LA MANIFESTAZIONE “LA SCUOLA ALL’EXPO”
Testo
BRONTE – (5 ottobre 2018) –  Niente frizzante gioire dei bambini oggi all’Expo del pistacchio dop di Bronte. Il maltempo ha rovinato la festa, facendo annullare la manifestazione “La scuola all’Expo/Sagra del pistacchio”.
Nel primo mattino un pallido sole aveva fatto sperare, nonostante numerosi istituti avevano annunciato di non venire. Poi, però, anche a Bronte è arrivata la pioggia ed allora il sindaco, Graziano Calanna e l’assessore Chetti Liuzzo sono stati costretti ad annullare l’evento: “Siamo tutti dispiaciuti – ha affermato l’assessore Liuzzo – ma non potevamo fare altro. Ci sono stati degli istituti che sono ugualmente arrivati a Bronte e così abbiamo approfittato per trasformare la visita in una giornata di istruzione. I ragazzi della Pro Loco, che ringrazio hanno accompagnato studenti e docenti in un tour turistico culturale della città. Altre scolaresche, invece, - conclude – che venivano da paesi vicini, sono tornati indietro”.
Domani però, meteo permettendo, l’Expo del pistacchio riprende al fragoroso ritmo dei “Tamburi di Buccheri”, che si faranno sentire fra gli stand sia durante il mattino alle 10, sia in serata alle ore 18. Alle ore 17 la presentazione del libro di don Luigi Minio “Quale senso ha la vita”. Poi arte e musica come sempre, per una serata ricca di appuntamenti.
“I segreti del successo di questa edizione dell’Expo sono semplici. – afferma il sindaco Graziano Calanna – Prima di ogni cosa il pistacchio, ma questa manifestazione non avrebbe mai riscosso un successo simile senza la magistrale organizzazione che c’è dietro. Tutto viene seguito con cura ed attenzione, ed alla fine i risultati arrivano a beneficio dell’economia”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 05/10/2018
Titolo SETTIMANA CORTA ALLO SPEDALIERI
Testo
BRONTE – (5 ottobre 2018) –  A seguito della querelle fra il dirigente del Primo Circolo didattico di Bronte, prof. Vincenzo Spinella ed una parte dei genitori sull’opportunità di modificare rispetto allo scorso anno l’orario delle lezioni, sopprimendo la settimana corta, questa mattina il sindaco, Graziano Calanna e dall’assessore Chetti Liuzzo, hanno ricevuto il dirigente scolastico in Comune:
“Questo è il momento del confronto. – ha affermato alla fine il sindaco – Al dirigente, infatti, ho fatto notare che la nostra scuola ha funzionato benissimo con la settimana corta. Non capiamo quindi perché cambiare. Il dirigente – conclude - ha spiegato la sua posizione citando una serie di norme che vaglierò con attenzione, per incontrarmi nuovamente con lui lunedì”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 26/09/2018
Titolo PRESENTATO L’EXPO DEL PISTACCHIO 2018
Testo
BRONTE – (26 settembre 2018) –  Arte, cultura e prodotti tipici a Bronte. Il pistacchio verde di Bronte dop ha fatto bella mostra di se alla conferenza stampa di presentazione della 29’ edizione dell’Expo del Pistacchio, effettuata fra i dipinti della pinacoteca Nunzio Sciavarrello.
Presenti il sindaco, Graziano Calanna, il presidente del Consiglio comunale Nino Galati, gli assessori Giuseppe Di Mulo e Chetti Liuzzo ed anche il prof. Biagio Fallico, docente dell’Università di Catania.
Quest’anno l’Expo propone un connubio che sembra già vincente. Parteciperanno, infatti, i maestri cioccolatieri di Perugia e di Modica, perché il pistacchio di Bronte ed il cioccolato insieme possono accontentare i palati più esigenti.
E l’assessore Giuseppe Di Mulo, dopo i doverosi ringraziamenti a tutti gli sponsor ed a tutti coloro che stanno partecipando alla riuscita della manifestazione lo ha sottolineato. “E’ dal primo di agosto che lavoro per questo evento. – infatti ha affermato – Il risultato è stato una maggiore presenza di stand lungo il percorso delle manifestazione. Tanti gli spettacoli che accoglieranno al meglio i turisti e poi, oltre al pistacchio dop, il migliore cioccolato. Una delizia che invito tutti ad assaggiare”.
Come ormai consuetudine coinvolto il mondo della scuola: “Abbiamo invitato studenti del territorio, della provincia di Catania ed anche delle altre provincie. – ha affermato l’assessore Chetti Liuzzo -  Riteniamo, infatti, che la conoscenza del territorio e della sua cultura sia sempre più importante nella formazione dei giovani. Inoltre gli studenti quest’anno saranno sempre protagonisti. Pensate realizzeranno anche un “app” per aiutare i visitatori. Inoltre – conclude - Sarà inoltre possibile effettuare visite guidate nei monumenti e presso le aziende di pistacchio”.
Soddisfatto il sindaco Graziano Calanna: “Sono certo – infatti, ha concluso - che sarà un successo anche quest’anno. Tutto merito di una capillare organizzazione, coordinata al meglio da Nino Minio e Patrizia Orefice, e del nostro pistacchio unico al mondo per gusto e bontà. Invitiamo tutti ad assaggiare il pistacchio dop di Bronte, approfittando di una festa che premia la sicilianità. Sono tantissimi – infatti conclude - gli spettacoli ed i gruppi siciliani di sicuro livello che si esibiranno. Possiamo dire – conclude - che il pistacchio lancia un messaggio forte, identificando e solidificando le nostre radici”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 24/09/2018
Titolo EXPO DEL PISTACCHIO 2018: MERCOLEDÌ 26 CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
Testo
BRONTE – (24 settembre 2018) – Tutto è pronto per la festa più verde dell’autunno etneo. Venerdì 28 settembre, alle ore 18, il sindaco Graziano Calanna, taglierà il nastro inaugurale della 29’ edizione dell’ “Expo/Sagra del pistacchio di Bronte”.
Gli stand rimarranno aperti per tutto il week end, per riaprire poi dal 5 al 7 ottobre.   
Una manifestazione che come ogni anno non deluderà le attese dei turisti che non perderebbero mai la vetrina al buonissimo pistacchio di Bronte.
E mercoledì mattina alle ore 10 la conferenza stampa di presentazione all’interno della pinacoteca Nunzio Sciavarrello di Bronte. Saranno presenti diverse autorità. Fra queste il sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, l’assessore Giuseppe Di Mulo (che sta seguendo passo passo l’organizzazione della manifestazione) e la Giunta municipale. Con loro il presidente del  Consiglio comunale Nino Galati, i consiglieri e diversi ospiti.
Verrà presentato il programma che, come sempre, offre spettacoli e tanta animazione.  

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 24/09/2018
Titolo INVITO
Testo
La S.v. è invitata alla conferenza stampa di presentazione della 29’ edizione dell’Expo del Pistacchio che si terrà mercoledì 26 settembre 2018, alle ore 10 a Bronte, presso la Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello”.
Certo della Sua presenza, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.
 
IL SINDACO
Avv. Graziano Calanna
Data Comunicato 21/09/2018
Titolo INIZIATI I LAVORI NEL PLESSO MAZZINI
Testo
BRONTE – (21 settembre 2018) – Sono iniziati i lavori di adeguamento del Plesso Mazzini del II Circolo didattico. L’impresa di Partinico che si è aggiudicata i lavori con un ribasso d’asta del 35,89% su una base d’asta di 439 mila euro, ha già sistemato il ponteggio lungo l’intero perimetro dell’Istituto.
Dovrà provvedere ad effettuare la facciata nell’intero edificio, adeguare l’impianto antincendio, verificare ed assicurare stabilità alle capriate in legno e realizzare diversi lavori di manutenzione.
L’idea dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Graziano Calanna è quella migliorare l’agibilità e la sicurezza complessiva dell’edificio a garanzia degli alunni e del corpo decente e non docente.
Così il sindaco, iniziati i lavori, ha effettuato un sopralluogo con l’assessore Chetti Liuzzo ed il capo dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo, per verificare che i lavori vengano eseguiti correttamente e per essere certo che questi non ostacolino il normale svolgimento delle lezioni.
Il primo cittadino ricevuto dalla dirigente Gabriella Spitaleri: “Da contratto – ha affermato Graziano Calanna - questi lavori dovranno durare circa 6 mesi. Un lasso di tempo troppo lungo per permetterci di organizzare i lavori esclusivamente nel periodo estivo. Per questo è necessario che l’impresa organizzi il lavoro degli operai in modo tale da disturbare il meno possibile le lezioni. Guarderemo principalmente due aspetti. – conclude il primo cittadino – Che i lavori vengano effettuati in perfetta regola d’arte e nel più breve tempo possibile. Chiederò all’impresa di velocizzare i tempi, diminuendo all’indispensabile i gironi in cui il cantiere rimane deserto”.
Il sindaco ne approfitta per confermare l’attenzione che l’Amministrazione comunale ha verso il mondo della scuola: “La Scuola – conclude – è frequentata dai nostri figli per la formazione. Il Comune non può che garantire il massimo sostegno possibile”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 21/09/2018
Titolo TUTTO PRONTO PER L’EXPO DEL PISTACCHIO 2018
Testo
BRONTE – (21 settembre 2018) – L’estate è ormai alle spalle ed oggi accogliamo l’autunno.
Se vi piacciono i suoi colori, amate il fresco della sera, i prodotti tipici, dei piatti e dei dolci preparati da mani sapienti con il frutto più buono al mondo, nei prossimi due week end la direzione da prendere è quella di Bronte.
Troverete una città in festa che celebra il suo “Verde pistacchio dop”, con il famosissimo Expo del Pistacchio, ovvero l’edizione numero 29 di una sagra che si svolgerà dal 28 al 30  settembre e dal 5 al 7 ottobre.
E come ogni anno una preparata equipe composta dal dott. Nino Minio e da Patrizia Orefice, guidata dal sindaco Graziano Calanna e quest’anno anche dall’assessore Giuseppe Di Mulo, ha allestito un programma che rende onore al Re pistacchio di Bronte Dop e regala ai brontesi ed ai turisti musica, spettacoli ed animazione.
Nei dettagli il programma verrà svelato in occasione della conferenza stampa che si svolgerà mercoledì 26, alle ore 10, nella pinacoteca Nunzio Sciavarrello di Bronte, con l’inaugurazione già programmata per venerdì 28 alle ore 18, quando il sindaco taglierà il nastro inaugurale, dando il via ai festeggiamenti. Così di colpo le piazze del centro storico diventeranno scenario naturale per i concerti e le esibizioni di gruppi musicali, accompagnando i  visitatori nel vivo ed allegro percorso pieno di stand. Stand che quest’anno superano i 100 e fra questi tantissimi offriranno il verde pistacchio di Bronte. Si festeggerà fino a domenica sera poi, archiviato il primo week end, si riprenderà il 5 ottobre che aprirà un fine settimana eccezionale.
“Una festa bellissima, degna del nostro pistacchio.  – afferma il sindaco Graziano Calanna – E’ di certo la più bella e gustosa festa dell’autunno, la vetrina privilegiata per il verde pistacchio dop, ed il momento in cui tutta Bronte si offre ai turisti, mostrando non solo i suoi prodotti tipici, ma anche la sua storia e le sue attrazioni culturali e turistiche”.
Un altro appuntamento confermato è quello di domenica 7 ottobre, quando una lunghissima torta al pistacchio verrà offerta ai visitatori.
“Il nostro pistacchio – continua Calanna insieme con l’assessore Di Mulo – è di certo il più buono al mondo. L’Expo è l’occasione migliore per assaggiarlo e scoprirne il gusto”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 14/09/2018
Titolo IL CONSIGLIO COMUNALE: “L’ASP ANNULLI LA DELIBERA CHE DECLASSA LA CHIRURGIA DEL NOSTRO OSPEDALE”
Testo
BRONTE – (14 settembre 2018) – Il Consiglio comunale di Bronte all’unanimità chiede all’Asp 3 di Catania di annullare in autotutela la delibera che declassa l’Unità operative di Chirurgia dell’ospedale da Complessa a dipartimentale.
Secondo quando ci ha confermato l’Asp, una Unità operativa complessa conta sulla guida e sulle prestazioni di un primario, mentre quella Dipartimentale non ha il primario, ma solo un responsabile medico.
Per questo i consiglieri Antonio Leanza e Valeria Franco, hanno presentato la richiesta di revoca della delibera: “L’Asp 3  - afferma il consigliere Leanza – non poteva declassare l’Unità operativa di chirurgia. In ogni caso il decreto 629 nei confronti del presidio ospedalieri di Bronte prevedeva una Unità operativa complessa. Per questo chiediamo che il Comune ponga in essere ogni azione, forte e corale, nei confronti dell’Assessorato regionale alla Salute e del direttore generale dell’Asp, a difesa del Presidio ospedaliero di Bronte e, nello specifico, affinché richieda che venga rivotata in autotutela la delibera dell’Asp n. 3124 che declassa la chirurgia di Bronte in una Unità dipartimentale semplice”.
Ad alimentare il dibatto gli interventi dei consiglieri Valeria Franco, Angelica Catania, Massimo Castiglione, Samanta Longhitano e Rosario Liuzzo, con i consiglieri che sorreggono l’Amministrazione del sindaco Graziano Calanna che hanno dichiarato di volere approvare la proposta.   
“Io ringrazio – infatti ha affermato il sindaco in Consiglio comunale - i proponenti dell’ordine del giorno per permetterci di ripetere in Consiglio una questione così importante, che i sindaci hanno già trattato a lungo nelle sedi competenti. Abbiamo mostrato soddisfazione di fronte al nuovo piano perché è stato scongiurato il rischio che il nostro ospedale morisse del tutto. Sappiamo però che questo ha delle criticità che abbiamo già contestato. Ci siamo incontrati – ha continuato - con il vertice dell’Asp il 20 agosto ed altre volte abbiamo parlato informalmente. Vi assicuro – continua - che continueremo a batterci. Non credo – ha concluso - nella legittimità della richiesta di revoca della delibera, purtuttavia, poiché questa rafforza la nostra azione, sono pronto ad inviarla alla Regione”.
Alla fine il Consiglio ha approvato all’unanimità. Adesso il Comune invierà all’Asp la richiesta. Nulla di strano che questo diventi oggetto di dibattito in occasione dell’incontro fra Comune e Asp che il sindaco Calanna ha già chiesto per l’organizzazione del nuovo Pronto soccorso.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
 
Data Comunicato 14/09/2018
Titolo CALANNA: “A FINE ANNO BANDO SS 284? TROPPI RINVII. BUROCAZIA LENTA E PENALIZZANTE”
Testo
BRONTE – (14 settembre 2018) – Il fatto che l’impegno sia stato assunto dai vertici dell’Anas a Roma di fronte al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci ed all’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, ci fa ipotizzare che questa volta sia quella buona. Altre volte in passato la pubblicazione del bando di gara per il secondo lotto del tratto Bronte Adrano della Ss 284 è stato annunciato come imminente, senza che poi accadesse nulla.
Si è parlato della pubblicazione bando nel novembre e nell’aprile scorsi. Lo stesso sindaco di Bronte, Graziano Calanna, chiedendo lumi ai vertici dell’assessorato regionale alle Infrastrutture e Trasporti della Regione siciliana aveva avuto rassicurazioni sul fatto che entro aprile 2018 il bando di gara sarebbe stato pubblicato: “Invece – spiega Calanna – aprile è passato senza che nulla accadesse e senza ottenere altre informazioni. Adesso il fatto che l’Anas si pronunci ci fa certamente piacere. Certo avrei preferito una data certa, invece della solita frase entro la fine dell’anno, ma speriamo comunque”.
Poi Calanna ci spiega: “Per una zona interna come la nostra, ma dal grande potenziale economico, la viabilità è troppo importante. Accelerare e rendere più agevole il transito da e verso Bronte vuol dire favorire il turismo e dare una mano alle nostre aziende, penalizzate da una viabilità antiquata verso le grandi vie di comunicazione. Lo diciamo sempre, eppure la burocrazia continua ad essere lenta. In altre parti d’Italia costruiscono le terze o le quarte corsie, noi ancora dobbiamo ammodernare quelle costruite ai tempi dei Borboni”.
Ma vediamo che tipo di intervento effettuerà l’Anas.  I lavori riguardano appena 4 chilometri dal 26 al 30 per un costo di quasi 66 milioni di euro, dei quali 54 finanziati mediante l’Apq (Accordo di Programma Quadro rafforzato) con la Regione Siciliana.
La nuova carreggiata, quasi interamente in variante rispetto al tracciato attuale, presenterà due corsie, una per senso di marcia, con larghezza complessiva della piattaforma stradale pari a 10,50 metri.
Saranno realizzate due gallerie artificiali, lunghe 42 e 92 metri, e due viadotti, lunghi 180 e 200 metri. Aggiudicati i lavori avrà a disposizione 710 giorni per completarli.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 07/09/2018
Titolo NON SOLO PISTACCHIO, BRONTE ANCHE CITTÀ PER I BAMBINI
Testo
BRONTE – (7 settembre 2018) – Bronte è per antonomasia la città del pistacchio e della cultura. Adesso punta a diventare anche la città per i bambini, con un’area gioco fra le più grandi della Provincia.
Il sindaco, Graziano Calanna, ha fatto preparare all’Ufficio tecnico del Comune i progetti per realizzare due nuove aree da riempire con giochi per i bambini e ristrutturare tutti i parchi gioco già esistenti nella Città.
Le nuove aree destinate a dare sfogo alla voglia di divertirsi dei più piccoli sono il parco di Viale Cavalieri di Vittorio Veneto e piazza Saitta, nel popoloso quartiere Sciarotta, mentre in piazza Aldo Moro, nel Parco Urbano dietro le scuole medie ed in via Rosario Livatino nel quartiere Borgonuovo, le aree gioco già esistenti verranno tutte ristrutturate, conferendo a tutti gli impianti le certificazioni di sicurezza.
A guardare il progetto si capisce che verranno istallati scivoli, altalene, piccole palestre per bambini, dondoli e quant’altro l’industria ludica è in grado di realizzare.
“Nel Parco di viale Cavalieri di Vittorio Veneto che tutti chiamano Parco Primavera – ci dice l’assessore Ernesto Di Francesco che ha seguito la redazione del progetto – realizzeremo l’area gioco fra le più imponenti della Provincia. 400 metri quadrati tutti dedicati ai bambini con giochi fantastici. A Borgonuovo, inoltre, - conclude – oltre a ristrutturare quelli esistenti, ne realizzeremo altri accessibili ai bambini diversamente abili”.
Somma da investire circa 93 mila euro, che il Comune punta a ricavare dalla vendita dei lotti della zona artigianale.
Il perché investire in aree ludiche lo spiega il sindaco Graziano Calanna: “Intanto – afferma - diamo valore ed intesse al Parco Primavera, un polmone verde bellissimo che sarà anche più facilmente fruibile appena riusciremo a realizzare l’accesso da via Umberto. Poi – continua - che le citta debbano essere a misura di bambino ritengo sia un dovere di ogni sindaco. Ed affinché lo siano realmente devono avere aree giochi accoglienti, accessibili a tutti, stimolanti per bambini di diverse fasce di età, accattivanti in modo tale che il bambino insista con i genitori per essere portato all’aperto e preferisca ad uno smartphone. I parchi gioco – conclude - devono far divertire i bambini, ma allo stesso tempo conferire serenità ai genitori che sanno di accompagnare i propri figli in un’area che deve essere sempre pulita, accogliente e soprattutto sicura”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 07/09/2018
Titolo CALANNA AI PRESIDI: “AGLI STUDENTI FACCIAMO CAPIRE L’IMPORTANZA DI RISPETTARE L’AMBIENTE”
Testo
BRONTE – (7 settembre 2018) – “Facciamo capire ed apprezzare ai ragazzi la necessità del rispetto dell’ambiente e della partecipazione civica”.
E’ la “mission” che il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, e l’assessore alla Politiche scolastiche, Chetti Liuzzo, hanno affidato ai dirigenti scolastici degli istituti di ogni ordine e grado di Bronte.
Si è svolta, infatti, nella sala della Giunta del Palazzo municipale, il tradizionale incontro fra l’Amministrazione comunale ed il mondo della scuola. Un vertice che serve per ottimizzare i servizi necessari per un ottimale inizio dell’anno scolastico, ma anche ad approfondire temi di interesse comune.
“Insieme con l’assessore Liuzzo che ringrazio – afferma il primo cittadino – abbiamo proposto ai dirigenti di inserire nei rispettivi Piani dell’offerta formativa una materie o giornate di studio che sensibilizzino al rispetto dell’ambiente. E quando si parla di ambiente si deve per forza suggerire di fare bene la raccolta differenziata”.
Inoltre il sindaco ha informato i dirigenti sulla volontà dell’Amministrazione comunale ad invitare le scuole ad eleggere baby sindaco e baby Consiglio comunale: “Principalmente – spiega Calanna - perché considero preziosi i suggerimenti che possono venire dai più giovani. Poi perché è giusto far loro vivere l’esperienza diretta della democrazia”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 05/09/2018
Titolo NECROLOGIO
Testo Il Sindaco, Avv. Graziano Calanna, il Presidente del Consiglio comunale, Nino Galati, la Giunta municipale e l’Assemblea consiliare tutta si uniscono al dolore dei familiari per la perdita dell’
Avv. Antonino Meli
 
equilibrato ed imparziale Giudice di pace dell’ex Tribunale di Bronte.
 
Bronte, 5 settembre 2018
Data Comunicato 29/08/2018
Titolo FINANZIATO IL RESTAURO DELLA CHIESA DI SAN VITO
Testo
BRONTE – (29 AGOSTO 2018) – Bronte brinda per l’arrivo di un nuovo finanziamento.
Dopo aver firmato decreti di finanziamenti per la ristrutturazione della Chiesa del Rosario e del Polo sportivo, la Regione siciliana ha finanziato il restauro di un’altra chiesa di Bronte.
L’Assessorato delle Infrastrutture, infatti, attraverso i fondi del Patto per il sud, ha finanziato 799 mila euro per restaurare la chiesa di San Vito.
Si tratta della Chiesa che fa parte dell’omonimo convento che si affaccia sulla piazza dove nel 1860 Nino Bixio fece fucilare 5 brontesi per reprimere la rivolta conosciuta dalla storia risorgimentale come “I fatti di Bronte”.
Anche per questo motivo per Bronte l’intero convento ricopre una certa importanza.
A richiedere alla Regione il finanziamento sono stati i “Frati Minori osservanti dell'Ordine di San Francesco” che solo in extremis hanno recuperato le somme. A seguito del sovrapporsi di diverse norme, infatti, la Regione siciliana ha deciso di non pagare più la progettazione per alcuni progetti inseriti nel “Patto”. E fra questi proprio quello della Chiesa di San Vito. Per i Frati quasi impossibile reperire le somme necessarie per pagare il progetto e solo le frenetiche trattative fra il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, insieme al geometra Gino Pinzone, particolarmente legato alla chiesa di San Vito ed alla storia che racconta, con l’Ente morale dei Frati e la Regione siciliana, ha convinto i Frati a liberare la Regione dal costo della progettazione, consentendole di proseguire nell’iter per l’approvazione del finanziamento.
Ieri il giorno più bello. L’architetto Sergio Girardi, dirigente responsabile del Servizio 7 dell’Assessorato delle Infrastrutture, ha firmato il decreto di finanziamento.   
“Ancora una volta – afferma il sindaco Graziano Calanna – abbiamo un occasione per festeggiare. Lo abbiamo fatto spesso in questi mesi grazie ad altri finanziamenti ottenuti. In questa vicenda è doveroso ringraziare i Frati che hanno dimostrato generosità e amore verso la storia di Bronte, che proprio da San Vito narra una delle sue pagine più importanti. Ringrazio anche la mia Giunta ed i consiglieri della mia maggioranza per il lavoro sinergico  che ci permette di raggiugere questo e tanti altri risultati. Stiamo, infatti, raccogliendo i frutti di un grande lavoro. Se penso ai finanziamenti per le 2 chiese, al Polo sportivo, ma anche ai cantieri di lavoro, all’asilo Puccini ed al cimitero, penso proprio che nel 2019 Bronte si trasformerà in un grande cantiere”.  
E con gli 799 mila euro si dovrà totalmente rifare il tetto, eliminare le infiltrazioni, rifare la pavimentazione ed effettuare operazioni di restauro conservativo nel rispetto dei dettami della Soprintendenza.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto